Freeforumzone mobile

AVVISI, COMUNICAZIONI, INVITI

  • Posts
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 8/3/2011 8:45 AM
    AVVISO


    Sabato 17 settembre 2011 :: Staggia Senese
    III Giorno del Timone in Toscana

    PROGRAMMA

    Ore 9.30 Accoglienza

    Ore 10.00 Solenne Pontificale con Mons. Francesco Moraglia (Vescovo di La Spezia)
    Ore 15.00 Conferenza "La storicità dei vangeli" di Andrea Tornielli
    Ore 16.30 Conferenza "Amare Maria e la Chiesa" di Vittorio Messori

    TUTTI
    SONO INVITATI A PARTECIPARE
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 8/3/2011 8:49 AM

    Mostre

    LA SAPIENZA RISPLENDE. Madonne d'Abruzzo tra Medioevo e Rinascimento

    Domenica 21 agosto 2011 - Martedì 1 novembre 2011
    Da un’epigrafe che leggiamo in calce alla superba Madonna duecentesca di Sivignano, “Nel grembo della Madre risplende la sapienza del Padre”, trae ispirazione il titolo della mostra, curata da Lucia Arbace e da un folto comitato scientifico, nella quale verrà presentato un insieme assolutamente eccezionale di dipinti e sculture lignee di area abruzzese che coprono l’arco cronologico tra la fine del XII e gli inizi del XVI secolo
    E’ la certezza che proviene dalla sapienza a stringere un nesso concettuale fra queste superbe raffigurazioni mariane, che fondono il carattere popolare con l’intonazione aulica della regalità di Maria “sedes Sapientiae” e Madre.

    Alcune di queste opere non furono indenni dai terribili effetti del terremoto del 2009. Il loro restauro è la prova di come le Soprintendenze d’Abruzzo si siano date da fare per restituire all’antico splendore e alla fruizione del pubblico, un patrimonio d’arte straordinariamente importante e amato, benché ancora troppo poco conosciuto, testimone di una sintesi di influssi di varia origine culturale e di una devozione profondissima, che si manifesta tuttora nelle processioni e nella presenza, in Abruzzo, di una fitta serie di santuari.
    La mostra di Rimini comprende una ventina di esemplari di notevoli dimensioni, fra i quali non mancano alcune Maestà più grandi del naturale, che nell’imponenza della rappresentazione e nella smagliante veste cromatica esercitano su qualunque osservatore un indubbio fascino, ed è caratterizzata dal forte accento sul quale si fonda il titolo.
    Rispetto alle due edizioni precedente, del Castello di Celano e del Buonconsiglio, questa mette insieme esemplari medievali e rinascimentali, in una continuità sancita innanzitutto dal tema mariano e poi dalla connotazione geografica, che, sul piano stilistico, si riveste di una peculiare intensità; le Madonne con Gesù bambino ostentano infatti una intensa vivacità di affetti, sia quando sono atteggiate alla pensosa severità degli sguardi, sia quando entrano in affabile rapporto con chi le osserva.
    Per questa ragione non sono mai “distanti”, perché sono concepite in un dialogo; affermano in tal modo sia la loro umanità, ma nel contempo la loro divinità, segno eloquente di come l’arte popolare sia innanzitutto “arte per il popolo”, intesa per essere capita da una realtà più varia possibile di persone. In tal senso, la rassegna, allestita nelle sale del Museo della Città, è in perfetta sintonia con gli interessi culturali di Rimini e del Meeting per l’Amicizia, in concomitanza con il quale aprirà i battenti il giorno 21 agosto.
    L’articolato capitolo della scultura lignea e della pittura abruzzese medievale e rinascimentale rappresenta un fatto d’arte autonomo, pur nelle relazioni che le arti abruzzesi stringono con la cultura figurativa umbra e laziale.
    In età medievale sopravvive, almeno sino alla fine del XIII secolo, il substrato bizantino, così influente nell’arte italiana. L’autonomia dell’arte abruzzese viene poi riconfermata nel Rinascimento, momento che assiste alla presenza di artisti del calibro del pittore Saturnino Gatti e dello scultore Silvestro dell’Aquila.
    Fra le opere esposte spiccano per la classica severità la Madonna col Bambino di Castelli, che in antico si conservava nella distrutta abbazia di San Salvatore, e la Madonna di Ambro, proveniente in origine da San Pio di Fontecchio, nei pressi dell’Aquila.
    La prima è intagliata in due blocchi cavi di legno di noce che conferiscono una consistenza monumentale al compatto gruppo di Maria e di Gesù, ideato per essere collocato su un trono non più esistente. Qui la Vergine sfuma il suo ruolo di regina, descritto dalla splendida corona un tempo ornata di borchie di vetro, in un’espressione confidenziale, mentre il Bambino, a sua volta incoronato, punta verso l’osservatore uno sguardo fermo, leggermente assorto e giudice.
    La Madonna di Ambro, così denominata forse da un santuario nei pressi di Ascoli Piceno dipendente da Farfa, fin dalla prima occhiata tradisce un ascendente bizantino. Lo vediamo in ogni dettaglio: dalla sontuosa acconciatura di Maria, ai pendilia, i fili di perle che ricadono come quelli di un’imperatrice di Costantinopoli. Anche qui la ieratica regalità di Maria si addolcisce nella sua maternità, perché questa regina in trono è anche lactans, del latte, e deriva da un’iconografia di radici orientali.
    Saranno in mostra, eccezionalmente, anche la Madonna del latte di Montereale nel suo smagliante cromatismo, e la Madonna di Sivignano, riscoperta e “salvata” da Federico Zeri negli anni sessanta del Novecento da un increscioso episodio di vendita clandestina, sventato dagli abitanti di Sivignano che fecero di tutto per nascondere la “loro” Madonna, impedendone così l’alienazione
    Tra i capolavori del Rinascimento non si può dimenticare la Madonna in trono con angeli di Saturnino Gatti, pittore che si innesta nel solco della tradizione del centro Italia, simile nella finezza al Pinturicchio e nell’eleganza ai maestri umbri e laziali del Quattrocento.

    Orari da domenica 21 a sabato 27 agosto: tutti i giorni 9,30 - 19,30.
    Orari dal 28 al 15 settembre: da martedì a sabato 9.30 - 12.30, 16.30 - 19.30.
    Orari dal 16 settembre al 1 novembre: da martedì a sabato 8.30 - 13.00, 16.00 -19.00; domenica e festivi 10.00 - 12.30, 15.00 - 19.00.
    Apertura serale: martedì e venerdì di agosto dalle 21 alle 23.
    Chiuso i lunedì non festivi

    Mostra promossa da: Meeting per l’amicizia fra i popoli, con la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Abruzzo e la Soprintendenza per i beni storici, artistici e etnoantropologici dell’Abruzzo.
    In collaborazione con: Museo della città di Rimini, Arcidiocesi di L’Aquila e la Diocesi di Teramo-Atri.
    Con il patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Abruzzo, Regione Emilia Romagna,
    Provincia di Rimini.
    A cura di: Lucia Arbace.
    Comitato scientifico: Lucia Arbace, Marco Bona Castellotti, Anna Colangelo, Mauro Congeduti, Caterina Dalia, Gaetano Curzi, Fabrizio Magani, Franco Marzatico, Graziella Mucciante, Cristiana Pasqualetti, Rosella Rosa, Ernestina Stinziani, Alessandro Tomei, Marta Vittorini.
    Catalogo Allemandi.

    Progetto espositivo: Aurelio Ciotti.

    Filmato “Arte salvata”, Copyright Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici dell’Abruzzo.

    Informazioni: tel. 0541.783100, mail: madonne.abruzzo@meetingrimini.org, www.meetingrimini.org
  • OFFLINE
    Credente.
    00 8/19/2011 5:46 PM

    Caro Amico,

     

    Ti invitiamo a partecipare ai seguenti incontri di AVSI al Meeting di Rimini “E  l’esistenza diventa una immensa certezza”, 21-27 agosto 2011:

    Lunedì 22 agosto 2011
    I finanziamenti per il sostegno a distanza
    Ore 15.00 - Sala Tiglio A6
    Con Stefano Zamagni, Presidente Agenzia Terzo Settore e l’on. Marida Bolognesi coordinatore progetto SAD in chiaro. Introduce Alberto Piatti, Segretario Generale Fondazione AVSI.

     

     

    Martedì 23 agosto 2011
    Sistema Italia: alleanza per lo sviluppo
    Ore 11.15 - Sala Tiglio A6  Incontro promosso dalla Fondazione AVSI nell’ambito della XXXII edizione del Meeting per l’amicizia tra i popoli.


    Intervengono: Alberto Piatti, Segretario Generale AVSI;  Marina Migliorato, Responsabile Corporate Social Responsability Enel, Mauro Nori, Direttore Generale Inps, Francesco Confuorti, Presidente Advantage Financial, Daniele Mancini, Consigliere Diplomatico Ministero Sviluppo Economico.

    Con la partecipazione di Cesare Trevisani, Vice Presidente per le Infrastrutture, logistica e mobilità Confindustria e Antonio Miglio, Vice Presidente ACRI.

    Modera Monica Maggioni,  giornalista e conduttrice televisiva.

     

     

    Venerdì 26 agosto 2011
    Volontariato e sviluppo
    Ore 15.00 - Sala A3
    Partecipano: Alberto Piatti, Segretario Generale AVSI; S. Em. Card. Robert Sarah, Presidente Pontificio Consiglio Cor Unum. Introduce Roberto Fontolan, Direttore Centro Internazionale di Comunione e Liberazione.

     

    Ti aspettiamo al Meeting, dove AVSI sarà presente tutta la settimana con un suo stand nel padiglione C1 della CdO, animato da un gruppo di donne brasiliane di CoopeArvore che realizzeranno sul posto oggetti con materiali di scarto delle auto Fiat in Brasile.

    Inoltre, una selezione di foto dell’amico chirurgo Piero Narilli farà da cornice allo stand per raccontare della spedizione umanitaria delle Forze Armate Italiane in Uganda presso l’ospedale missionario St. Joseph di Kitgum che AVSI sostiene.

    Nell’invitarti a farci visita per conoscere personalmente i protagonisti del nostro lavoro, ti ricordiamo l’impegno di AVSI con AGIRE per l’emergenza siccità in Africa Orientale.

     

    - Come aiutarci – 45500 SMS Solidale

     Ti aspettiamo!

     

    Fondazione AVSI

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/9/2011 10:38 PM
    A TEATRO CON PAOLO CEVOLI. QUI E ORA
    Spettacolo teatrale a favore dei progetti di AVSI
     
    Dopo il grande successo ottenuto nei principali teatri italiani Paolo Cevoli, noto comico di Zelig, torna con il suo spettacolo "La penultima cena" giovedì 15 settembre al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia, via Allegri 8, ore 21.30.

    L'iniziativa è stata organizzata dai nostri amici sostenitori dell'AVSI Point locale. Tutto il ricavato della serata sarà a favore dei progetti di AVSI nel mondo.

    Regalati una serata divertente, sarai così costruttore di speranza!
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/11/2011 8:46 AM
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/16/2011 7:45 AM
    LITURGIA

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/27/2011 2:20 PM
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 11/4/2011 11:10 PM

  • OFFLINE
    Credente.
    00 2/25/2012 10:52 PM

    MERCOLEDI’ 29 FEBBRAIO h 21:00
    ISTITUTO GONZAGA MILANO
    via vitruvio 41, mm lima

    SCIENZA E FEDE
    DAVVERO NEMICHE?

    IL CASO DI
    ANTHONY FLEW
    Come l’ateo più famoso del mondo ha cambiato idea
    Intervengono:
    Marco Respinti
    Saggista e traduttore, è studioso del pensiero conservatore angloamericano. 
    Giornalista professionista.
    Vincenzo Sofo Michael Maron      
    Resp. Redazione Sintesi Milano Portavoce Ass. giovanile Ideopolis 
    Viridiano Romoli
    Vicepresidente Ex Alunni Gonzaga, Moderatore
    Informazioni: Fabrizio Fratus 339188206
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 3/13/2012 12:18 PM
    IL FUMO E' UNO DEI NEMICI DELL'UOMO CHE RIESCE A MIETERE MOLTE VITTIME OGNI ANNO.
    SE CI SI IMPEGNA E SI RIESCE A SMETTERE ECCO I PIU' IMMEDIATI RISULTATI:
    SNC00463
    [Edited by Coordinatrice 3/18/2012 9:27 AM]
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 3/18/2012 9:26 AM

    5×1000

    FIRMA PER DIRE CHE IL TUO CUORE 

    E’ GRANDE COME IL MONDO. 

    Firma il 5×1000 ad AVSI. Codice fiscale: 81017180407

    Anche quest’anno puoi destinare il 5xmille delle tue imposte ad AVSI, in quanto ONLUS e ONG senza fini di lucro regolarmente iscritta all’Albo dell’Agenzia delle Entrate.

    Da Zelig, Claudia Penoni testimone del 5×1000 ad AVSI

     

    Firma il tuo 5×1000 per AVSI
    Codice fiscale: 81017180407

     

     
     

  • OFFLINE
    Credente.
    00 3/21/2012 9:39 PM
    Qualora non visualizzassi questa comunicazione correttamente, clicca qui per la versione online.

                      Gruppo di Preghiera

           I Figli della Gospa - I Figli di Maria

       Domenica 25 marzo 2012

     
     

    Giornata di preghiera

     DOMENICA 25 MARZO 2012

    Forte dei Marmi  Chiesa Sant’Ermete

    Via Provinciale ang.Via Trento (Vicino a Piazza del Fortino)

     Tel. 0584.89890

                         Per partecipare agli incontri di preghiera mensili:

    “I Figli di Maria – Figli della Gospa”

    Associazione Cattolica Onlus

     Olimpiadi del Cuore

    Tel.0584.752757 Cell. 338.7428498

     Guide spirituali:

     Frati Francescani Cappuccini – Parrocchia di San Francesco – Vittoria Apuana-Forte dei Marmi – Parroco: Padre Domenico Remaggi

    Don Piero Malvaldi parroco di Sant’Ermete – Forte dei Marmi, parroco di Molina di Quosa Don Joy Xavier;

    Suore Canossiane, Madre Franca e Madre Emilia – Forte dei Marmi.

     

    Cari amici,

     siamo giunti al terzo appuntamento di preghiera del 25 marzo del gruppo “I Figli della Gospa – I Figli di Maria”. Vi aspetto tutti, numerosi come nell’ultima riunione di preghiera di sabato 25 febbraio scorso a Vittoria Apuana.

     Stavolta però ci troviamo domenica 25 marzo dalle ore 16.00 alle ore 20.15 nella chiesa diocesana di Sant’ Ermete del parroco Don Piero Malvaldi, vicino a Piazza del Fortino via Trento angolo Via Provinciale.

    Tornerà ancora una volta dall’Austria Fra Michele Pezzini, il parroco del Santuario di Vienna Santa Maria di Lanzendorf,  la cui vocazione è scaturita proprio a Medjugorje e per molti anni questo frate francescano ha pregato con Fra Slavko Barbaric, un Santo Sacerdote,  autore delle più belle preghiere spontanee ispirate a Maria Regina della Pace e della famiglia. Fra Pezzini, francescano  prescelto dal Cardinale Shonborn, Arcivescovo di Vienna e Primate d’Austria, guiderà  spiritualmente la Coroncina della Divina Misericordia, il Santo Rosario e poi l’Adorazione Eucaristica con Gesù esposto sull’altare nell’ostensorio della parrocchia di Sant’Ermete. La Santa Messa sarà celebrata dal parroco Don Piero Malvaldi e concelebrata dagli altri sacerdoti presenti che si preannunciano numerosi fra cui Padre Paolo il camiliano che coadiuva con Don Piero la Parrocchia diocesana di Forte dei Marmi.

     L’esibizione musicale sarà curata dal gruppo di ispirazione Mariana e Medjugoriana di Sarzana guidata dal Dottor Claudio Bertagna e dal sottufficiale dei carabinieri Ottavio Bani grande conoscitore e guida di pellegrinaggi per Medjugorje dalla provincia di La Spezia. Sarà presente anche il noto maestro Dino Mancino, compositore e musicista versiliese che ha accompagnato grandi artisti italiani come Panariello, Zucchero e tante altre esibizioni a Mediaset e in Rai in programmi Tv nazionali. Ci sarà anche il  maestro Paolo Barberi che canterà “La canzone di Medjugorje” composta dal maestro Vittorio Gabassi.

     Fra Michele Pezzini, che è stato intervistato durante il mio reportage su Retequattro in prima serata nella trasmissione “Viaggio a..” testimonierà per la prima volta dal vivo grazie all’autorizzazione dei suoi superiori francescani e del cardinale Shonborn che ha riconosciuto la comunità francescana spiegando a tutti come è avvenuta la sua conversione e poi la vocazione. Fra Michele era un imprenditore del Lago d’Iseo in provincia di Bergamo e con la sua famiglia gestiva un villaggio turistico in questa località della Lombardia. Poi un giorno dopo vicende dolorose e un passato burrascoso ha deciso di compiere quel viaggio che ha cambiato la vita a milioni di persone nel mondo. Questo il programma della giornata:

    Ore 16.00: Coroncina della Divina Misericordia;

    Ore 16.15: Testimonianza di Fra Michele Pezzini;

    Ore 17.00: Santo Rosario cantato e animato con le musiche dei Figli del Divino Amore di Medjugorje e a seguire il momento di silenzio e raccoglimento spirituale delle ore 17.40.

    Ore 18.00: Santa Messa celebrata dal Parroco Don Piero Malvaldi;

    Ore 19.15: Recita del Credo Apostolico, 7 Pater, 7 Ave e 7 Gloria.

    Preghiera di guarigione e benedizione degli oggetti sacri.

    Subito dopo inizio Adorazione Eucaristica cantata e animata con le  musiche dei Figli del Divino Amore della comunità di Madre Rosaria.

     Visto l’eccezionale numero di fedeli e pellegrini presenti nella giornata del 25 febbraio scorso vi invitiamo ad essere presenti il più presto possibile per trovare un posto a sedere. Naturalmente il suggerimento per i ritardatari per trovare una sistemazione favorevole per seguire la giornata di preghiera è proprio quello adottato dai pellegrini di Medjugorje che si portano da casa la seggiolina pieghevole.

     Anche questa volta, subito dopo l’Adorazione, verso le 20.15, cercheremo di organizzare nei locali della scuola canossiana di Forte dei Marmi di Via Mascagni una riunione conviviale per gustare i prodotti enogastronomici più buoni della Versilia e del Piemonte e per sostenere le spese dell’ Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore per l’organizzazione di queste giornate di preghiera mensili, nonché i progetti di donazione in Bosnia, Sri Lanka, Burundi in Africa e Abruzzo.

     La giornata di sabato 25 febbraio 2012 dai Frati Cappuccini di Vittoria Apuana

     Dopo la bellissima ed emozionante giornata di sabato 25 febbraio, quando sono arrivati a testimoniare due campioni della musica e dello sport: Filippo Nek e Alex Giorgetti rispettivamente il grande artista di musica pop italiana e straniera e il campione del mondo della nazionale italiana di pallanuoto del 30 luglio 2011 a Shangai. Giorgetti è anche stato nominato miglior giocatore e miglior realizzatore del mondo. Filippo Nek è reduce da successi internazionali ed ha contribuito, grazie alla sua fede cristiana, a scrivere canzoni bellissime composte su ispirazione dei brani di San Paolo come il titolo  “Se non ami”.

     La Chiesa dei Frati cappuccini di Vittoria Apuana era stracolma con più di 1300 persone che hanno ascoltato le testimonianze e pregato dalle ore 16.00 fino alle ore 20.45.

    Paolo Brosio

      Per coloro che hanno la necessità di pernottare a Forte dei Marmi sono disponibili questi hotel convenzionati:

    Hotel Negresco ****Superior

    Lungomare Italico n.82 55042 Forte dei Marmi LU

    0584.78820 Fax 0584.787535

    www.hotelilnegresco.com  info@hotelilnegresco.com

    Hotel Elbano **

    Piazza Garibaldi 9/f

    55042 Forte dei Marmi LU

    0584.89033 – 787233 Fax 0584.787119

    www.hotelelbano.itemail: info@hotelelbano.it

    Solo pernottamento – senza prima colazione

    Albergo Sonia ***
    via Matteotti, 42

    Forte dei Marmi (Lu)
    Tel. 0584.787146 – fax 787409
    E-mail: albergosonia@alice.it

     
     

    Via Lorenzo De' Medici n. 15 - 55042 Forte dei Marmi - LU- | Uff. 0584.752757 - Cell. 338.7428498 | info@paolobrosio.it - pellegrinaggi@paolobrosio.it | www.paolobrosio.it

     

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 3/22/2012 1:51 PM

    Siccome ci sentiamo vicini a tanti disoccupati che  sentono la gravità della loro situazione, metteremo, quando ci capita qualche notizia positiva come questa che prevede un Concorso per le Poste.

     

    Lavorare in Poste Italiane, società in continua evoluzione e allargamento dei propri servizi, è sicuramente il desiderio di tanti italiani, giovani e meno giovani. Cerchiamo pertanto di comprendere in che modo entrare a far parte dell’organizzazione di Poste Italiane, e in che modo avanzare la propria candidatura in vista dei prossimi concorsi pubblici.

    Innanzitutto, evidenziamo come Poste Italiane assuma sulla base di tre tipologie contrattuali: l’assunzione a tempo indeterminato, l’assunzione a tempo determinato e l’assunzione con contratto di lavoro atipico (cioè, il contratto di lavoro interinale). Per quest’ultima forma, tuttavia, il datore di lavoro (somministratore) non sarà, direttamente, Poste Italiane, bensì una delle Agenzie per il lavoro autorizzate a svolgere attività di reclutamento e coordinamento delle risorse, specialmente per periodi di tempo di  breve estensione.

    Per poter proporre il proprio interesse a ricoprire una delle posizioni aperte o in apertura presso le Poste Italiane, è sufficiente inviare il proprio curriculum vitae alla Direzione Risorse Umane, specificando alcuni dati utili per poter permettere una migliore valutazione del profilo, come le precedenti esperienze lavorative maturate nel settore postale o bancario, o ancora il titolo di Studio, il possesso di ulteriori certificazioni, e così via.

    Per quanto concerne le modalità di invio del curriculum, è possibile ottenere maggiori informazioni sul sito internet www.posteitaliane.it. In alternativa, è possibile procedere all’invio dello stesso attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, presso l’Area territoriale di propria competenza (di seguito specificate) o a Poste Italiane – Direzione Risorse Umane e Organizzazione – Viale Europa 175 – 00144 Roma.

    Questo l’elenco delle varie sedi territoriali:

    POSTE ITALIANE SPA
    Responsabile HRO NORD-OVEST
    Via Alfieri, 10
    10121 TORINO
    Per lavorare in Piemonte, Valle D’Aosta e Liguria

    POSTE ITALIANE SPA
    Responsabile HRO LOMBARDIA
    Via Orefici, 15
    20144 M I L A N O
    Per lavorare in Lombardia

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 4/27/2012 11:29 AM

    TELEFONO AMICO
    Il telefono preghiera è un servizio rivolto a chi si sente triste, a chi si sente debole nella fede, a chi è nella sofferenza e si sente scoraggiato e depresso, a tutti i poveri nell'anima e nel corpo, agli ammalati, a chi vuole conoscere Gesù.
    Questa iniziativa è sostenuta dalla preghiera di tanti che si avvicendano davanti al Santissimo e intercedono per i fratelli, offrendo ogni giorno sacrifici e preghiere.
    E' possibile chiamare ogni sera:

      dalle ore 20,00 alle 22       tel. 030.2004498
    e dalle ore 22,00 alle 24      tel. 0444.625870

  • OFFLINE
    Credente.
    00 5/6/2012 2:48 PM
    • Cari amici  vi aggiorniamo con le attività di AISO:

    • UNA SERATA DEDICATA ALL'ATTUALITA'' SCIENTIFICA” -DESIO 16 MAGGIO 2012-. C/O CENTRO CULTURALE ED ARTISTICO, VIA BORGHETTO 33. Per ulteriori informazionihttp://www.origini.info/Articolo.asp?id=500

    • Confermiamo l'appuntamento del 21 maggio p.v a Milano. A breve indicheremo l'indirizzo. Saranno presenti il presidente S. Bertolini e l'amico F. Fratus.

    • Presso AISO (redazione@origini.info) è possibile prenotare il libro di M. Blondet “La disfatta dell'evoluzionimo” . E' consigliato soprattutto (ma non solo) ha chi ha letto “L'uccellosauro ed altri animali, la catastrofe del darwinismo”

  • OFFLINE
    Credente.
    00 5/11/2012 9:12 PM

    EVOLUZIONISMO, FINE DI UN DOGMA?

     

    Dopo la sfida lanciata dal presidente della nostra associazione al prof. Marco Ferraguti, ecco l'occasione di un incontro pubblico nella città di Milano.

    Stefano Bertolini e Fabrizio Fratus, invitati dal circolo “Il Talebano”, il circolo “La Rocca”, l'associazione “Ideopolis” e gli ex alunni dell' Istituto Gonzaga presso la sala convegni VERITA' e LIBERTA', parleranno di Evoluzionismo, Intelligent Designer e Creazionismo.

     

    Una nuova occasione pubblica per conoscere la verità sulla teoria dell'origine della specie.

     

    Non mancare!

     

    Lunedi 21 Maggio 2012 – ore 21,00

    Sala convegni VERITA' e LIBERTA'

    Via Benedetto Marcello 26 – Milano- (MM linea 1 Lima)

     

    INGRESSO LIBERO

     

    per info: redazione@origini.info

    02/6127740 - 3391882063

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 7/14/2012 9:50 AM
    PER CHI FREQUENTA LA SCUOLA RIPORTIAMO IL
    CALENDARIO ANNO SCOLASTICO 2012-2013


    RegioneInizio
    Scuola
    Vacanze di NataleVacanze CarnevaleVacanze di PasquaFine
    Scuola
    Abruzzo17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2012 al 3/04/20138/6/2013
    Alto Adige5/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.

    28/03/2013 al 2/04/2013

    14/6/2013
    Basilicata17/9/201224/12/2012 al 5/01/201311/2/2013 al 12/2/201328/03/2013 al 2/04/201311/6/2013
    Calabria17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.

    28/03/2013 al 2/04/2013

    12/6/2013
    Campania13/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Emilia Romagna17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.

    28/03/2013 al 2/04/2013

    8/6/2013
    Friuli Venezia Giulia12/9/201224/12/2012 al 5/01/201311/2/2013 al 12/2/2013

    28/03/2013 al 2/04/2013

    8/6/2013
    Lazio13/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/201312/6/2013
    Liguria17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/201312/6/2013
    Lombardia12/9/201223/12/2012 al 5/01/2013

    11/2/2013 al 12/2/2013

    28/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Marche12/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Molise11/09/201223/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/201311/06/2012
    Piemonte12/9/201224/12/2012 al 5/01/20138/2/2013 
    al 13/2/2013
    28/03/2013 al 2/04/201312/6/2013
    Puglia17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Sardegna17/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/2013

    8/6/2013

    Sicilia14/09/201222/12/2012 al 5/01/2013N.D.29/03/2013 al 2/04/201312/6/2013
    Toscana12/9/201222/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Trentino12/9/201222/12/2012 al 5/01/201311/2/2013 al 12/2/201327/03/2013 al 3/04/201311/6/2013
    Umbria12/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.26/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
    Valle D'Aosta10/9/201224/12/2012 al 5/01/2013N.D.28/03/2013 al 2/04/201312/6/2013
    Veneto12/9/201224/12/2012 al 5/01/201311/2/2013 al 13/2/201328/03/2013 al 2/04/20138/6/2013
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 11/10/2012 7:38 AM


    Cari amici e lettori di AISO, vi ricordiamo vari appuntamenti e news che ci vedono coinvolti: 

     

    INCONTRO PUBBLICO SULLA TEORIA DI DARWIN 18 Novembre 2012, ore 15.30 Chiesa di P.zza Cavour – GRANTOLA (VA) http://www.origini.info/Articolo.asp?id=543



    PRESENTAZIONE DEL 3° VOLUME DEL PROF. BORIA: “ETERE O NON ETERE, QUESTO E' IL PROBLEMA Martedi 12 Novembre – ore 21,00 canale SKY 897 http://www.origini.info/Articolo.asp?id=547



    CALENDARIO AISO 2013. PENSIERIAffrettatevi a prenotare, copie limitate.http://www.origini.info/Articolo.asp?id=534

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 11/24/2012 8:05 AM

    Fare la spesa per un povero è un gesto di gratitudine

    Giorgio Vittadini*

    23/11/2012 - «Ci si muove più sinceramente verso gli altri se si è oggetto di affezione e se si è imparato ad aver cara la propria natura». Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione Sussidiarietà, rilancia la sfida della Colletta (da Avvenire23/11)

    Si fa giustamente un gran parlare di volontariato in questi tempi grami. Che in momenti in cui la vita è difficile e incerta rimanga un impeto altruistico non solo individuale ma anche collettivo è fatto grandemente positivo che testimonia dell’umanità e della vitalità della società italiana. «Ama il prossimo tuo come te stesso», recita il Vangelo con una formula che ancora oggi, dopo duemila anni, può essere interpretata in modo equivoco (ad esempio, secondo una certa concezione volontaristico­buonista in voga), come se amare se stessi fosse egoismo. «Amor, che a nullo amato amar perdona», l’amore, che obbliga chi è amato ad amare a sua volta, recita Dante parlando di Paolo e Francesca nel V canto dell’Inferno. Ecco, quel che vale per l’amore tra un uomo e una donna è ciò che vale per la natura ultima di ogni uomo nel suo rapporto con tutto.Più difficilmente un bambino che sia stato privato degli affetti familiari sarà capace di sviluppare una affettività equilibrata. Solo un uomo che si percepirà amato e voluto saprà amare e volere l’altro in modo profondo e continuo.

    Per un cristiano questo vale in modo radicale perché riconosce di essere voluto e amato da Dio senza condizioni: carità è dono di sé commosso del Creatore verso ogni persona, prima che un gesto dell’uomo verso i suoi simili, come sempre sottolineava don Luigi Giussani ai suoi ragazzi impegnati nelle tante iniziative di carità. Dio che si fa uomo dona se stesso in un atto di carità suprema. Allora la carità e i gesti di carità sono un riflesso di questo essere voluti da un Altro che costituisce la radice più profonda di sé. E quanto più uno ama questa radice profonda, più sarà capace di amare gli altri in modo concreto. San Martino che dona il suo mantello, San Francesco che bacia il lebbroso, don Bosco tra i piccoli emarginati della periferia di Torino, don Orione tra i terremotati di Messina, don Gnocchi che abbraccia i mutilatini, Madre Teresa di Calcutta con i moribondi, esprimono una carità frutto di un legame profondo con l’amore di cui sono oggetto.

    Ma questo è ciò che accade anche per il più vero altruismo laico: ci si muove più sinceramente verso gli altri se si è oggetto di affezione e se si è imparato ad aver cara la propria natura come esigenza insaziabile di bello, di giusto e di vero. Così, naturalmente, ci si unisce in reti sociali in cui questa nostra natura è sostenuta e valorizzata. Il significato della sedicesima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare onlus per domani, sabato 24 novembre) è tutto qui: fare una spesa per i poveri come espressione della gratitudine per essere al mondo, per essere voluti, per essere generati da un amore, qualunque sia. Il gesto, semplicissimo, esprime quell’impeto radicale a farsi compagni degli altri che nessuna crisi potrà estirpare. E questo diviene nuova speranza per tutti e nuova energia per la ricostruzione che in ogni settore ci aspetta.

    *Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà

  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 1/5/2013 8:00 AM


    Cari amici di AISO vi auguriamo un sereno 2013.

    Le attività di AISO riprendono immediatamente con il primo appuntamento dell'anno:

    DIBATTITO PUBBLICO -24 GENNAIO 2013 DESIO -

    ANTIEVOLUZIONISMO: GLI ANIMALI EVOLVONO?

     

    Seguiranno altri 2 appuntamenti: 21 Febbraio e 14 Marzo

     arden.jpg
    [Edited by Coordinatrice 1/5/2013 8:02 AM]
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 1/18/2013 6:49 AM
    A Sua Immagine settimanale: è in edicola il
 <br /> nuovo magazine per tutti i cattolici
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 1/29/2013 8:16 AM
    A Sua Immagine Settimanale: il nuovo settimanale per
 <br /> tutti i cattolici
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 2/8/2013 8:19 AM
    A Sua Immagine Settimanale: il nuovo settimanale per
 <br /> tutti i cattolici
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 5/5/2013 7:30 AM
     
     
     
     

    L’aborto non è scandalo dimenticato, 
    c’è chi si mette ancora in Marcia
    http://www.marciaperlavita.it/

    di Francesco Agnoli su Il Foglio del 03-05-2013

    Nel 2005 il referendum indetto dai Radicali contro la legge 40 sembrò improvvisamente svegliare il mondo cattolico assopito. Forse nessuno pensava che l’immane potenza dei media, quasi tutti schierati dalla stessa parte, potesse scontrarsi con l’avversione di milioni di persone all’idea che nascere da seme, altrui, congelato, o da ovuli, altrui, prelevati a pagamento da una banca, fosse lo stesso che venire al mondo in seguito all’atto d’amore di un uomo e di una donna.

    All’epoca questo quotidiano dimostrò anzitutto quanto possa una voce anche flebile, da un punto di vista quantitativo, quando parla con chiarezza, determinazione e ragionevolezza; in secondo luogo rese manifesta la possibilità di un vero dialogo tra la tradizione cattolica e il pensiero critico e libero di vari laici, convinti che non tutto ciò che è tecnicamente possibile sia automaticamente lecito e giusto. Personalmente ricordo quell’anno come una vera primavera culturale: discussioni, convegni, battaglie…

    Sembrava si potesse tornare a discutere di grandi valori, di ideali, di visioni del mondo. Che il sonno delle menti e dei cuori indotto dal relativismo individualistico fosse stato interrotto improvvisamente da vigorosi squilli di trombe. Poi, quel grande patrimonio di relazioni, di studi, di confronto, sembrò velocemente disgregarsi, e riaggregarsi, solo però per un attimo, come un fuoco di paglia, con il Family day del 2006.

    Oltre un milione di persone, allora, scesero in piazza, per difendere il luogo della nascita, dell’educazione, della stabilità e dell’affetto duraturo e fedele (almeno come possibilità, come tensione, come ideale). Se ho ben capito, quel grosso evento mise in crisi il “cattolico” Prodi, ma poi nessuno seppe o volle raccogliere quell’eredità anche politica, e i cattolici, soprattutto, tornarono ognuno alle “vicende domestiche” e alle sagrestie. Oggi, dopo diversi anni, qualcosa accade (“eppur si muove”). Non sarà la Terra intera, ogni giorno e per tutto l’anno, ma qualcosa si muove. Mi riferisco alla nascita di una nuova rivista, Notizie pro vita, che aggrega molti dei migliori bioeticisti italiani; all’iniziativa del pontificio consiglio per la Promozione della nuova evangelizzazione, guidato da monsignor Rino Fisichella, prevista per il 15 e 16 giugno prossimi e volta alla valorizzazione della “Evangelium vitae”; al grande convegno sulla vita dell’11 maggio, presso l’Ateneo pontificio Regina Apostolorum (che ospita la prima e unica facoltà di Bioetica al mondo) e agli eventi del prossimo 12 maggio.

    In questa data, infatti, in tutte le parrocchie italiane, attraverso l’iniziativa “Uno di noi”, verrà lanciato un messaggio: l’embrione è uno di noi; è vita, e vita umana, da rispettare, sempre e comunque. Tutti, ricordando per un attimo di essere stati anche loro embrioni e feti, lo potranno dire e firmando non cambieranno forse la legislazione europea, ma da una parte faranno sentire una voce diversa all’Ue, dall’altra prenderanno coscienza del fatto che oggi siamo chiamati a ripetere, come nei primi secoli: “I cristiani si sposano come tutti e generano figli, ma non gettano i neonati” (“Lettera a Diogneto”, documento cristiano del II secolo).

    Nello stesso giorno, sempre il 12 maggio, festa della mamma, a Roma, con partenza dal Colosseo alle 9 di mattina, ci sarà la III Marcia nazionale per la vita, con la partecipazione di gruppi italiani provenienti da tutto il paese, e di svariati delegati dei movimenti pro vita del mondo. Una grande festa, si annuncia, all’insegna della volontà di testimoniare con forza e serenità la sacralità della vita, anche oltre le stanze di un convegno o le mura di una chiesa.

    Scendere in strada significa infatti riappropriarsi del rapporto vivo che esiste tra la fede e la vita di ogni giorno; del rapporto che esiste tra la ragione, il bene, la verità e la legge. Significa ricordare e ricordarsi che il nascere e il morire vengono prima di Creonte, prima dello stato, e riportano alla domanda sull’origine prima e sul significato ultimo dell’esistenza. Si può costruire la propria vita, prescindendo dalla domanda su chi sia l’uomo e quale sia la sua dignità? Si può affidare a una legge parlamentare la dignità di una creatura umana, lasciando che la tragedia dell’eugenetica nazista si ripeta oggi, ogni giorno, sotto altre forme?

    Si può continuare a fingere che il rispetto dei più deboli non sia il primo impegno di una civiltà che si dice tale? Marcia “per la vita” e “contro l’aborto”. Contro, perché esiste un modo di legiferare che non tiene conto della realtà dei fatti (il feto è una vita umana; la vita non può essere lasciata all’arbitrio del più forte); contro perché esistono il peccato e il male, da cui tutti siamo lambiti e tentati. Contro perché l’aborto legale non è solo la soppressione di un innocente che non può difendersi, ma è anche il trionfo della deresponsabilizzazione del maschio verso la donna e verso il figlio; della donna verso il figlio e verso il suo uomo; dello stato – che oggi si assume volentieri la spesa degli aborti, ma dimentica del tutto di aiutare chi ha figli – verso la famiglia, cellula fondamentale della società.

    Marcia “per la vita”: per dire che è bello generare, servire la vita e custodirla; è bello sacrificarsi e confidare; è bello essere padri, madri, sposi; è bello amare, cioè accogliere senza condizioni una creatura innocente, debole, bisognosa, che noi stessi abbiamo chiamato alla vita; è bello, e giusto, contemplare ogni nascita, per scorgere in ogni bambino, nella sua piccolezza, e nella sua tenerezza, il Mistero della nostra umanità…

    Marcia per la vita perché, per chi crede, è Dio l’autore della vita, Dio della vita e non della morte; perché Egli è l’Amore stesso, che ha voluto farsi bambino: anch’Egli è stato figlio “imprevisto” e “inopportuno”, e ha vissuto l’odio di Erode, ma anche l’amore incondizionato di Maria e Giuseppe e lo sguardo contemplativo dei pastori. “All’origine di tutto c’è il ‘dono’ di Dio – afferma padre Serafino Lanzetta, autore proprio in questi giorni di ‘Avrò cura di te. Custodire la vita per custodire il futuro’ (Fede & Cultura) – La nostra vita è il dono iniziale e foriero di ogni altro bene. Se la si protegge, si edifica la società. Far nascere un bimbo, accudirlo, è assicurare il vero bene dell’uomo, oggi e domani.

    Per il semplice fatto che se manca la vita, o se essa è indifesa, niente più sarà veramente umano. Non varrà più la pena vivere. L’esistenza verrà ingoiata, da un momento all’altro, dall’improvvida morte, la quale è sempre al nostro fianco”. Anche chi non crede potrà marciare, il 12 maggio. La marcia – afferma Virginia, portavoce del Comitato organizzatore –, “è aperta a tutti: ci saranno credenti e non credenti, come gli anni scorsi; cattolici e ortodossi, e magari, ancora, tibetani… Non c’è nulla che unisca gli uomini più del fatto che siamo tutti figli; è sui principi non negoziabili, sul riconoscimento di doveri e diritti veramente universali, assiomatici, che si può fondare qualsiasi dialogo, tra popoli, persone, culture differenti.

    Tutti sappiamo, dentro il nostro cuore, che c’è qualcosa che è giusto fare e qualcosa che è sbagliato; che ci sono il bene e il male; che una società non può essere tale, se coloro che la compongono non fondano il loro stare insieme su verità immutabili ed eterne, non soggette al capriccio dei singoli o alla dittatura delle maggioranze”. Marciare per i diritti di chi c’è, esiste, ma non ha voce. E per affermare il miracolo di ogni vita, il valore di ogni persona.

  • OFFLINE
    Credente.
    00 5/11/2013 7:30 PM

    Firma anche tu la campagna pro-life: “Uno di noi”

    Uno di noiDomenica 12 maggio 2013 si terrà una giornata nazionale a sostegno dell’iniziativa “Uno di noi”, la campagna pubblica avviata in tutta Europa per il sostegno giuridico all’embrione. Non sarà contro qualcuno o contro qualcosa, ma a favore del più piccolo tra gli esseri viventi della razza umana, come ha spiegato l’europarlamentare Carlo Casini, presidente del Movimento per la Vita.

    Dal 5 maggio i manifesti sono stati affissi e i depliant diffusi nelle parrocchie, mentre domenica 12 maggio si terrà la grande raccolta di firme, peraltro già attiva sul web su questo portale(invitiamo tutti a inserire i propri dati e firmare).

    Obiettivo degli organizzatori è quello di totalizzare in almeno sette Paesi europei un milione di firme (l’Italia è già arrivata a 85.000, la Polonia a 65.000, la Francia a 60.000, Inghilterra e Galles a 54.000).

    Il parlamentare spagnolo Jaime Mayor Oreja, vice-presidente del gruppo del Partito popolare europeo e già ministro dell’Interno in Spagna, ha detto che «l’iniziativa ha un’importanza trascendente e storica perché non ci vogliamo rassegnare al fatto che in Europa vinca la cultura della morte»«In questo momento storico - ha detto Maria Grazia Colombo, portavoce del Comitato - è importantissimo questo discorso di rispetto della persona e non si può far finta che nasca solo da un certo punto della vita».

    Dal Messico intanto la notizia che una sentenza della Corte Suprema ha sostenuto positivamente due emendamenti statali che proteggono la vita dal concepimento, affermando che la tutela della vita dal momento del concepimento non viola i diritti riproduttivi delle donne.

  • OFFLINE
    Credente.
    00 5/15/2013 10:54 PM
    Cara Amica, gentile Amico,
    è nato Credere, il settimanale che ti parla di fede in modo nuovo e interessante,ti fa conoscere le testimonianze e le esperienze di vita di persone come te; ti aiuta a riscoprire i contenuti della fede e farla crescere con gioia...
    Ogni settimana 100 pagine di articoli, rubriche, testimonianze, approfondimenti, per conoscere sempre meglio il messaggio cristiano e far crescere la tua fede in modo maturo e consapevole!
    FELICE DI CREDERE
    ABBONATI PER UN ANNO A CREDERE A MENO DI 0,85 EURO A
SETTIMANA
    SCONTO 44%
    CLICCA QUI
     

  • OFFLINE
    Credente.
    00 9/6/2013 10:53 PM

    Scarica il Libretto della veglia di preghiera con papa Francesco

     
    Invia per Email Stampa
    Settembre 6, 2013 Redazione

    Ecco il libretto che verrà utilizzato per la “Veglia di preghiera per la pace con il Santo Padre Francesco”

     
     
     

    Schermata 2013-09-06 a 14.01.55Domani è il giorno del digiuno e della veglia di preghiera chiesta da papa Francesco per la pace. La sala stampa vaticana ha reso disponibile on line il libretto della celebrazione (lo potete scaricare qui) che inizierà alle 19 in piazza san Pietro.

    Il Papa in questi giorni – da quando, con sempre più insistenza, il presidente Barack Obama ha fatto capire di voler attaccare, con o senza l’Onu – ha moltiplicato i suoi appelli per scongiurare un intervento. Già nell’Angelus del 25 agosto, poi ripetuto nell’ultimo Angelus del 1 settembre e ancora all’udienza generale, il pontefice ha chiesto di evitare il conflitto.

    Ieri, lo ha fatto di nuovo con una lettera al presidente russo Vladimir Putin, impegnato a San Pietroburgo con i grandi della Terra al G20.

    Firma l’appello di contro l’intervento in Siria



    Leggi di Più: Siria. Veglia preghiera papa Francesco. Scarica il libretto | Tempi.it 
    Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/21/2013 8:45 AM
  • OFFLINE
    Coordinatrice
    00 9/21/2013 9:03 AM

    Radio Globe One – Archivio audio

     

     

     

    Le puntate trasmesse su radio Globe One con la recensione e il file audio

     

     

     


    Puntata del:ArgomentoRecensioneFile audio
        
        
        
        
     09/05/2013 ”Il Pensiero Unico”linkmp.3
     23/04/2013 “Chi erano veramente i Neanderthal”linkmp.3
     07/04/2013 “Il DNA spazzatura non esiste. Reazioni nervose dei darwinisti”linkmp.3
     16/02/2013 “Radio Globe One: A scuola cosa insegnano agli studenti? Quale teoria dell’evoluzione?”linkmp3
     09/02/2013 ”Scienza e pseudoscienza a scuola”linkmp3 
     02/02/2013 ”Arrivano i Darwin Day”linkmp3
     19-26/01/2013 ”Lettera aperta di Telmo Pievani” 2 puntatelinkmp3 /mp3.1
     12/01/2013 “Spallanzani e Mendel due grandi scienziati non amati dagli scientisti”linkmp3
     22/12/2012 ”Extraterrestri in aiuto al neodarwinismo”linkmp3
     15/12/2012 ”La fede evoluzionista, come l’ateismo, prega la scienza darwinista?”linkmp3
     01/12/2012 “Siamo più stupidi di 2000 anni fa? Quale evoluzione?”linkmp3
    17/11/2012 “La scimmia discende dall’uomo”?linkmp3
    10/11/2012“Conferenza sul malthusianesimo e santificazione di Darwin”linkmp3
    20/10/2012“Inchiesta sul darwinismo” un anno dopolinkmp3
    13/10/2012“Litopanspermia” ed altre meraviglielinkmp3
    29/09/2012“Dibattito sul darwinismo: il caso paradigmatico del CICAP”linkmp3
    22/09/2012“Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?”linkmp3
    15/09/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?”linkmp3
    21/07/2012 ”Il salmone rosa ed altre evoluzioni”linkmp3
    14/07/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    07/07/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    30/06/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    23/06/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    08/06/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    26/05/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
    19/05/2012 “Evoluzionismo, un’ipotesi al tramonto?” mp3
       
  • OFFLINE
    Credente.
    00 11/13/2013 8:36 PM

    Chiesa cattolica in prima linea per aiutare le Filippine




    FilippineTacloban è oggi una città totalmente rasa al suolo dopo supertifone Haiyan che ha lasciato dietro di sé migliaia di vittime e oltre 660.000 sfollati.


    Fortunatamente anche questa volta in molti si sono attivati per prestare aiuto: c’è chi invia aerei cargo con materiali medico-logistici, come Medici Senza Frontiere in aiuto della popolazione, chi kit di emergenza come l’Oms. 3 milioni di euro sono stati inviati, come primo contributo, dalla Conferenza Episcopale Italiana prelevandoli dai fondidell’8 per 1000; 1,5 milioni di euro li ha inviati lo Stato italiano.


    150.000 dollari di «primo contributo» da Papa Francesco tramite il Pontificio Consiglio Cor Unum, somma di cui una nota spiega che «verrà ripartita attraverso la Chiesa locale nelle regioni maggiormente toccate dalla calamità e sarà impiegata a sostegno delle opere di assistenza svolte in favore degli sfollati e degli alluvionati»; 100.000 euro pure di primo invio dalla Caritas.


    Anche la Caritas Ambrosiana ha già messo a disposizione 10mila euro e ha lanciato una raccolta fondi. Per contribuire si possono inviare offerte a Caritas Ambrosiana: donazioni on line su www.caritasambrosiana.it con Visa, American Express, MasterCard.