00 10/11/2010 4:10 PM
Lettera ai fratelli...

Notizie incresciose di problemi
sociali- religiosi- economici ci giungono ogni giorno da tutto il mondo. Maometto e il Corano, non ne hanno colpa. Qual è la verità?

In Arabia al tempo di Maometto c’era un culto politeista, si veneravano molte divinità: Hubal, Allah, Venere, Kaaba, Chthulu ... Gli ebrei, popolo privilegiato da Dio, suscitano in Maometto il sogno di riequilibrare le sorti per il popolo arabo. Dall’ “olimpo” arabo egli sceglie Allah come l’unico Dio, eliminando le altre divinità! Con 86 sure, dal tono cortese e senza obblighi, va a La Mecca, qui si erano scatenate le ire dei devoti e dei commercianti, per la perdita dei loro proventi per le divinità eliminate e perciò congiurano contro Maometto per ucciderlo, ma lui sfugge: era il 622, dopo Cristo!

L’egira, o fuga, stravolge il suo sogno di supremazia per gli arabi, deve cambiarlo per quegli arabi, che avevano congiurato contro di lui, non ne erano più degni: il progetto continuerà non più per la loro supremazia, ma per la loro vendetta. Accolto a Medina da amici, anche da ebrei, propone ad essi il suo pensiero religioso. Imitando la religione ebraica, crea dei riti simili e chiede di aderire alla sua nuova fede. Invita quegli ebrei che lo avevano accolto a Medina, di accettare la sua religione, perché intendeva allargare all’Arabia la chiamata di Abramo: - non può dire tutto, c’era un segreto - ma essi si dissociano; avrebbero combattuto contro i suoi nemici, ma non potevano tradire la propria fede!

Nel Corano scrive: Allah è l’unico Dio. Gli ebrei protestano: essi avevano la testimonianza dall’anno 1250 a.C. del Dio unico (Esodo 20,3 ) e accusano Maometto di poggiare Allah sul nulla di dio. Maometto risponde, sviando il discorso verso i cristiani (nazareni): «Gli ebrei dicono: "I nazareni si basano sul nulla"; e i nazareni dicono: "I giudei si basano sul nulla"; e... anche quelli che non conoscono nulla parlano alla stessa maniera» 2,113.  Bastava forse aggiungere al Dio di Abramo il nome di Allah per annullare il nostro Dio e far diventare Allah unico Dio? Può trasformare il nostro Dio fino a farlo scomparire? Dio, si può copiare?

Maometto, per non prendersi il torto, dichiara guerra agli Ebrei che protestano contro il suo nulla di dio, come se, facendo guerra, cambiasse la logica su Dio! La chiama “santa”(non poteva indicare il pretesto sul nulla che c’era). Li obbliga verso Allah unico Dio, e siccome era l’Unico, non ci poteva essere più il loro Dio! Uccide in massa gli ebrei che si rifiutano di adorare Allah e di pagare a lui le tasse! Uno storico riferisce: “La numerosissima comunità ebraica (tre tribù) della città è distrutta in varie riprese: prima, le due tribù più piccole sono cacciate e i loro beni confiscati (anni 623-5); in seguito, gli uomini della tribù maggiore (Banu Quraiza) sono uccisi e le donne e i bambini venduti come schiavi (626)... I Banu Quraiza si erano arresi, sperando di salvare le vite (se non le proprietà) e che questo “crudele genocidio” rafforzò la posizione di Maometto... La stessa sorte attende gli arabi che non lo accettano come profeta (o sono troppo tiepidi nel sostegno alla sua causa)” (Toufic Fahd, Islamismo, Puech p. 38). La guerra dichiarata allora agli ebrei continua ancora oggi!

Con le tasse e i bottini di guerra, riservati a Maometto, riesce a finanziare un grande esercito; torna a La Mecca contro i suoi congiuratori, rischia lui stesso di essere ucciso, chiede una tregua e riesce a salvarsi; poi vi ritorna e si fa vendetta di tutti i suoi congiuratori. Realizzata la vendetta, Maometto comanda di porre fine al suo sistema e ai combattimenti! I suoi combattenti si fermano per un po’.

NESSUNO CAPO AUTORIZZATO E UN SISTEMA SENZA STERZO E FRENI Benché con insistenza glielo chiedono, Maometto non incarica nessuno a succedergli, nessuno poteva essere profeta più grande di lui e nessun profeta dopo di lui! Perciò alla sua morte scoppia la guerra per accaparrarsi il comando; alcuni fanno guerra contro i suoi parenti, che volevano gestire il “dopo Maometto” (come se i parenti di un profeta per diritto dovessero essere profeti!) e la guerra continua tuttora. I suoi combattenti dopo continuano a chiedere le tasse e a pretendere il bottino. Alcuni si rifiutano: le tasse erano di Maometto. Essi si sono fatti capi e hanno disobbedito a Maometto perché hanno capito l’utilità del sistema come fonte facile di grande guadagno.

Oggi, non c’è nessuno capo profetico autorizzato che abbia potere su tutto l’islam. L’ incarico profetico che rendere valido l’aspetto religioso, non viene dal popolo o da sé stessi ma solo da Dio. Coloro che si sono fatti capi, hanno disobbedito a Maometto che con il Corano aveva raggiunto il suo scopo! Perciò egli si è rifiutato di consegnare il Corano, quelli che gliel’ hanno usurpato (nessuno è stato incaricato ), sono alla guida ma si ritrovano ad essere senza chiavi, senza sterzo e senza freni!

Guai a coloro che dicono che il Corano viene da Allah scrive Maometto!
Coloro che si
sono fatti capi dell’islam obbligano a credere che il Corano venga da Allah, mentre Maometto dice guai a coloro che dicono questo! È scritto nel Corano: "Guai a coloro che scrivono il Libro (il Corano) con le loro mani e poi dicono: "Questo proviene da Allah" e lo barattano per un vil prezzo! Guai a loro per quello che le loro mani hanno scritto, e per quello che hanno ottenuto in cambio" 2,79. Maometto sapeva che lui parlava per bocca di Allah, quanti morti innocenti aveva ottenuto in cambio! Essi invece pretendono che venga da Allah mentre l’hanno manipolato e reso più obbligatorio.
(Maometto,
dopo l’egira, con la 87ª sura, impone obblighi severi! Essi pongono al 2° posto la sura 87ª, (mettendo 2 come numero aggiunto) e situandola avanti alle altre, travisano il Corano! Così fanno diventare obbligante tutto; non più solo dalla parte dopo l’egira ma dalla 2ª proveniente dalla 87ª. Questo ordinamento trasforma tutto: Chi sta in un regime di vendetta, non può dire di no ad un comando del superiore, altrimenti può essere condannato; in regime di pace si può dire sì o no secondo libertà soprattutto a chi non ha titolo per obbligare!)

Maometto si è rifiutato di dare un successore Perché?Aveva fatto del Corano dopo l’egira (non di tutto il Corano), il suo sistema di difesa! Per potersi vendicare dei suoi congiuratori, aveva deciso argomenti contraddittori, che, senza motivo di difesa, diventano inaccettabili e illegittimi:

La 1ª contraddizione riguarda la logica! “Questo è il Libro su cui non ci sono dubbi...”(87,2 che poi diventa 2,2). Questo versetto obbliga al progetto di Maometto con l’ intento di far aderire a lui per vendicarsi! Ma fuori dal contesto, non è possibile obbligare a credere senza addurre motivi, senza rispettare la libertà personale e senza produrre ragioni. Anche scientificamente, l’obbligo non è accettabile perché le affermazioni esigono le prove. Invece per dei capi illegittimi, questa clausola diventa la chiave che impedisce di ragionare, perché così la mente non si convince con le ragioni ma per forza: con la forza, non si persuade anche se si uccide! Perciò, fuori dall’intento voluto da Maometto per il Corano, il versetto produce un regime di stoltezza obbligata (o integralismo).

La 2ª contraddizione riguarda la storia! Maometto riporta nel Corano, la Scrittura ebraica: “Adamo ricevette parole dal suo Signore e Allah accolse il suo pentimento” 2,37. E ancora: “Fu questo che Abramo inculcò ai suoi figli ...: "Figli miei, Allah ha scelto per voi la religione: non morite se non musulmani" (2,132). "E quando abbiamo dato a Mosè il Libro (il Corano) e il Discrimine!2,53. E quando Allah dirà: «O Gesù,  figlio di Maria, ricorda la Mia grazia ... ti rafforzai con lo Spirito di Santità! ... ti insegnai il Libro (il Corano) e la saggezza" 5,110. (Ed altri). I mussulmani sono nati con Maometto circa nel 622 d.C. storicamente come potrebbe Abramo far scegliere ai figli la fede mussulmana, circa 2500 anni prima, quando i mussulmani non ancora esistevano? Mosè, nel 1250 a.C., e Gesù, 600 anni prima, come potrebbero essere istruiti sul Corano fatto da Maometto molti anni dopo? Oggi si possono obbligare a credere “senza dubbi” queste contraddizioni storiche, minacciando anche di morte?

La 3ª contraddizione riguarda la libertà umana e la dignità della persona! Maometto nel Corano afferma: "Non c'è costrizione nella religione" (Sura 2,256), ma poi, avendo bisogno di combattenti che lo aiutino a vendicarsi, obbliga ad accettare Allah e Maometto suo profeta. Chi non crede è miscredente: Uccideteli ovunque li incontriate... Questa è la ricompensa dei miscredenti2,191. Né vuole perdere coloro che gli avessero dato il consenso (vedi gli ebrei che l’avevano aiutato): «La fuga (dal patto di Allah) non vi sarà utile. Se fuggite, la morte o l'essere uccisi, non avrete altro che breve gioia» 33,16. Sapeva che non si può costringere nella religione (2,256), ma aveva bisogno di combattenti per la vendetta. Fuori dal suo progetto, quale Nazione Civile permetterebbe di uccidere chi non crede a Maometto? Questa contraddizione, fuori dalla difesa di Maometto, costituisce reato contro la libertà di religione, la libertà di opinione e la dignità della persona umana; inoltre sarebbe una vera istigazione a delinquere: istigare ad uccidere chi è libero di credere perché si rifiuta di credere. Della contraddizione si era servito Maometto per obbligare ad aiutare lui anche se non è giustificabile, ma non può essere norma di una Nazione di diritto né di una religione, perché la religione, come l’amore, non è concepibile con la costrizione! Perciò Maometto aveva ordinato che non si continuasse più nel suo Corano!

La 4ª contraddizione riguarda la libertà di culto e di propaganda religiosa! “Chi vuole una religione diversa dall'Islam, il suo culto non sarà accettato”... 3,85; Maometto sapeva che: "Non c'è costrizione nella religione"! Però non voleva che nessuno si imboscasse dietro la scusa di una religione diversa per non sostenere lui! Maometto sapeva che non aveva potere sul Dio di altri né sulla libertà di aderirgli, ma per questa contraddizione oggi c’è lo spargimento di tanto sangue innocente!

La 5ª contraddizione riguarda il diritto alla vita! Chi non accettasse l’islam non avrebbe diritto a vivere, (benché non ci sia costrizione nella religione)! Il sogno della supremazia dell’ islam si poggia qui! Alcuni capi, ribelli a Maometto, invitano ad invadere pacificamente tutte le città della Terra, per occupare in via preventiva ogni territorio all’islam (come dei cavalli di Troia). È un sogno che si sta attuando sotto i nostri occhi: una terra tutta mussulmana (benché non c’è costrizione nella religione) chi si rifiutasse, verrebbe ucciso: un grande genocidio! Gli organi di sicurezza dovrebbero aprire occhi e orecchi! Capi non autorizzati né da Maometto né da Dio, sognano di far questo per obbligo di religione, mentre è senza ragione e senza pietà !

Per costruire i rapporti di comprensione umana, c’è da disintossicare dalle contraddizioni con la logica della verità coloro che sono stato contagiati.  C’è da fare una nuova scuola di una forza diversa che è la potenza dell’amore! Bisogna far conoscere la verità per rendere possibile la pace!

Copia questo foglio, se sai, traducilo e diffondilo!
I Mussulmani si trovano costretti da un Sistema creato da Maometto per farsi vendetta dei suoi nemici. Di questo Sistema si sono appropriati dei capi non autorizzati che hanno percepito la sua utilità economica e l’illusione del potere. Essi obbligano, contro la volontà di Maometto, alle contraddizioni a lui utili per procurarsi la vendetta!

A cura dell’ Associazione:  Pace nella Verità!