Freeforumzone mobile

Ho bisogno di un consiglio sincero

  • Posts
  • OFFLINE
    Annamaria98
    3/28/2018 3:03 PM
    Salve a tutti, sono Annamaria, ho 20 anni e sono un’anima studentessa ,sia io che la mia famiglia siamo cattolici praticanti e osservanti( tranne mio fratello). Sono qui perché vorrei un consiglio sincero in merito a un’anima brutta situazione di famiglia che mi è capitata ieri sera.
    premetto che è un tristissimo periodo per la mia famiglia in quanto mia nonna è stata operata per un brutto è raro tumore all’utero e starà ricoverata per parecchio in ospedale ,mia madre ovviamente fa lavoro-ospedale e mio padre la notte la passa a casa dal nonno malato di alzheimer ( abbiamo deciso di non portarlo a casa con noi proprio per non destabilizzarlo ulteriormente visto già la nonna in ospedale) , tutto questo con la garanzia che di me si sarebbe occupato il mio fratello maggiore tornato a vivere in casa momentaneamente proprio per questo motivo.
    Ho fatto questa premessa per far capire la situazione in qui mi trovo, con mio fratello ho sempre avuto un ottimo rapporto non ostante stili di vita diversi ( lui è il classico ragazzo che torna alle 5 dalle discoteche e a volte non molto sobrio, senza fidanzamenti seri ma continui cambi di “fidanzate” di qui ,secondo me ,non ricorda nemmeno il nome) 6 mesi( dopo continue litigate con papà per il suo stile di vita) va a vivere da solo (specifico tutto ciò perché il mio problema è lui... mio fratello... ). 2 giorni fa torna a casa apposta per l’intervento della nonna e iniziano i problemi, arriva la sera stessa accompagnato da quella che pare sia la sua fidanzata , una persona che come mi ha guardata mi ha messo immediatamente a disagio , il modo in qui mi guarda in modo altezzoso fissandomi quasi con rabbia mi ha fatto subito capire che non saremo mai state amiche. Dopo una cena molto tesa, dove ho scoperto solo il suo nome la sua età e che studia medicina, dove lei non ha mosso un dito per aiutarmi a sistemare scopro che lei dormirà da noi e che mio fratello le ha dato una copia delle chiavi di casa. Ovviamente mi incavolo parecchio perché di questa storia i mie non sapevano nulla. Ieri sera per evitare l’antipatica snob sono andata a cena da una mia amica , purtroppo ho avuto un attacco di emicrania e sono tornata a a casa molto prima di quanto volessi, entro in casa e in cucina c’era il caos, incavolatissima con mio fratello vado dritta in camera sua e senza pensarci apro la porta, mi sono trovata davanti loro due mezzi nudi e mio fratello aveva dei tagli sul petto e lei stava leccando il sangue, la scena più schifosa che abbia mai visto, ma la cosa che mi sta tormentando sono i tatuaggi che ha sul corpo lei, probabilmente se non lo avessi visti avrei pensato a qualche disgustoso giochino sessuale, ma quei strani tatuaggi mi hanno messo un grillo in testa ... i più normali era una mezza luna nera con una specie di croce sotto, poi aveva una specie di labirinto circolare con un simbolo al centro,gli altri erano simboli stranissimi e incomprensibili che non ho minimamente riconosciuto e non li ricordo.Ora ho paura che non sia solo un giochino ma qualcosa di più orribile . Non so cosa pensare se mi sto facendo film o cosa. Mio fratello mi ha minacciata di farmela pagare cara se ne parlo con i nostri genitori. Non mi aveva mai trattata così non lo riconosco più. Ho pensato di parlarne con la mia catechista e il mio parroco ma ho paura è vergogna . Non so cosa fare perciò sono approdata in cerca di consigli da chi non conosce me e la mia famiglia perché sono davvero confusa e spaventata e non so cosa fare se parlo distruggerò la mia famiglia? Mio fratello metterà in pratica le sue minaccie? Non so cosa sia più giusto fare. Grazie e scusate la lunghezza
  • OFFLINE
    Credente.
    3/29/2018 12:17 AM
    Cara Annamaria.
    Comprendo bene la tua preoccupazione di fronte ad una situazione oggettivamente molto difficile e che hai descritto abbastanza da far capire che ti sei trovata spiazzata e che porrebbe a chiunque lo stesso tuo dilemma.
    Qualsiasi decisione rischia di compromettere qualcosa e occorrerebbe conoscere bene anche la personalità di tuo fratello e le sue attuali condizioni per non fare più danno che bene.
    La cosa migliore da fare sarebbe di parlarne con qualcuno che lo conosca e ti possa dare un consiglio più diretto che non quello che potrei darti io o chi non lo conosce. In questi casi oltre la teoria occorre anche sapere a quali reazioni si va incontro.
    Ma se non te la senti, per la delicatezza e la scabrosità della vicenda, la cosa che mi viene in mente sarebbe di cercare di far scoprire ai tuoi genitori la cosa, senza che sembri che sia tu ad aver fatto la "spia", il che oltre a suscitare una antipatia a vita da parte di tuo fratello, per averne tradito la fiducia, penso che non lo aiuterebbe a cambiare ma solo ad arrabbiarsi.

    Da parte tua fai ogni sforzo comunque di fargli capire che sta sbagliando, soprattutto se come sembra, non si tratta solo di gesti di semplice affettività tra i due.

    Daltra parte una completa indifferenza nei suoi confronti, lasciandolo in balia della sua condizione, non lo aiuterebbe ugualmente, e quindi qualcosa va tentata.
    Chiederò privatamente consiglio a qualcun altro presentandogli il tuo problema che qui conserva la sua riservatezza perchè si resta praticamente nell'anonimato, e se avrò qualche riscontro ti farò sapere.
    Intanto pregherò perchè il Signore ti aiuti a fare qualcosa a favore di tuo fratello.
  • OFFLINE
    Annamaria98
    3/29/2018 10:57 AM
    Re:
    Credente., 29/03/2018 00.17:

    Cara Annamaria.
    Comprendo bene la tua preoccupazione di fronte ad una situazione oggettivamente molto difficile e che hai descritto abbastanza da far capire che ti sei trovata spiazzata e che porrebbe a chiunque lo stesso tuo dilemma.
    Qualsiasi decisione rischia di compromettere qualcosa e occorrerebbe conoscere bene anche la personalità di tuo fratello e le sue attuali condizioni per non fare più danno che bene.
    La cosa migliore da fare sarebbe di parlarne con qualcuno che lo conosca e ti possa dare un consiglio più diretto che non quello che potrei darti io o chi non lo conosce. In questi casi oltre la teoria occorre anche sapere a quali reazioni si va incontro.
    Ma se non te la senti, per la delicatezza e la scabrosità della vicenda, la cosa che mi viene in mente sarebbe di cercare di far scoprire ai tuoi genitori la cosa, senza che sembri che sia tu ad aver fatto la "spia", il che oltre a suscitare una antipatia a vita da parte di tuo fratello, per averne tradito la fiducia, penso che non lo aiuterebbe a cambiare ma solo ad arrabbiarsi.

    Da parte tua fai ogni sforzo comunque di fargli capire che sta sbagliando, soprattutto se come sembra, non si tratta solo di gesti di semplice affettività tra i due.

    Daltra parte una completa indifferenza nei suoi confronti, lasciandolo in balia della sua condizione, non lo aiuterebbe ugualmente, e quindi qualcosa va tentata.
    Chiederò privatamente consiglio a qualcun altro presentandogli il tuo problema che qui conserva la sua riservatezza perchè si resta praticamente nell'anonimato, e se avrò qualche riscontro ti farò sapere.
    Intanto pregherò perchè il Signore ti aiuti a fare qualcosa a favore di tuo fratello.


    Salve, innanzi tutto grazie della risposta è dell’interessamento, la situazione attuale di mio fratello è che fino a 6-7 mesi fa non ho notato nulla di diverso , poi ha cominciato a tornare a casaccio sempre più tardi e poi a non tornare affatto la notte, a non parlare più con noi e a scontrarsi con nostro padre finché un bel giorno se n’è andato a vivere per i fatti suoi , ieri sera l’arpia non si è fatta vedere e sono riuscita scambiatevi due parole con lui e ho scoperto che stanno insieme da diversi mesi ( mi viene il dubbio da quando ha iniziato a comportarsi da pazzo), in mezzo alle righe ho capito che praticamente vivono insieme, ovviamente i miei genitori sono allo scuro di tutto compreso dell’esistenza di questa ragazza, per quanto riguarda quello che ho visto ieri sera ho provato a chiedere ma ovviamente bene lui si è arrabbiato e mi ha ribadito che se dico qualcosa a i nostri genitori su di lei me ne farà pentire. Sinceramente non saprei come fargli scoprire “per caso” quello che combinano ... so per certo che non è un caso isolato quello che ho visto perché aveva dei segni di graffi-tagli più vecchi. Quello che non riesco a capire è se è solo una loro perversione qualcosa di più grave. Quello che so è che lei ha sicuramente un’anima cattiva influenza su di lui


  • OFFLINE
    Credente.
    3/29/2018 11:36 PM
    Per ora puoi tentare di scambiare qualche parola con lui cercando di far leva sul suo senso morale, qualora prima ne avesse. In ogni caso, dirgli il tuo punto di vista anche se non sortisce effetto, serve quantomeno a dirgli che non sei indifferente e che non approvi cio che sta facendo, e puoi invitarlo a non usare la casa per fare i suoi comodi.
    In ogni caso li farebbe altrove se non fosse costretto da forza maggiore a stare a casa. e quindi in ultima analisi, rispetto a quanto stava già facendo, vi è che ora almeno ha sentito il tuo parere contrario e che lo pungola un po.
    I tatuaggi strani certo non aiutano e neanche le altre loro tecniche fuori dell ordinario, per cui puoi dire qualche preghiera per loro
    per ora non mi viene altro in mente
    un fraterno saluto, non ti scoraggiare
  • OFFLINE
    Annamaria98
    3/30/2018 11:30 AM
    Re:
    Credente., 29/03/2018 23.36:

    Per ora puoi tentare di scambiare qualche parola con lui cercando di far leva sul suo senso morale, qualora prima ne avesse. In ogni caso, dirgli il tuo punto di vista anche se non sortisce effetto, serve quantomeno a dirgli che non sei indifferente e che non approvi cio che sta facendo, e puoi invitarlo a non usare la casa per fare i suoi comodi.
    In ogni caso li farebbe altrove se non fosse costretto da forza maggiore a stare a casa. e quindi in ultima analisi, rispetto a quanto stava già facendo, vi è che ora almeno ha sentito il tuo parere contrario e che lo pungola un po.
    I tatuaggi strani certo non aiutano e neanche le altre loro tecniche fuori dell ordinario, per cui puoi dire qualche preghiera per loro
    per ora non mi viene altro in mente
    un fraterno saluto, non ti scoraggiare


    ho chiesto alla beata vergine di aiutarmi ad aiutare mi fratello speriamo che almeno lei mi dia la forza perché sono davvero demoralizzata con mio fratello è impossibile parlare di questo argomento perché come le tocchi lei scatta immediatamente e si arrabbia. per quanto riguarda il senso morale era già scarso priama figuriamoci ora . grazie mille ancora per l'incoraggiamento


  • OFFLINE
    Credente.
    4/24/2018 11:56 PM
    Cara Annamaria
    ti mando questo consiglio, che mi è pervenuto da un sacerdote, a seguito della situazione che hai esposto:


    ====================================

    Mi sono sentito interpellato dal suo messaggio...
    io proverei a dare questi consigli alla ragazza:

    1. il dialogo e il confronto possono fare molto, ma spesso quando si tratta di confrontarsi con scelte di vita,
    anche di persone a cui si tiene,
    si cozza con duri meccanismi di difesa e spesso si viene giudicati di impertinenza.
    Dovrebbe scrivere una lettera al fratello.
    Mettere per iscritto quanto ella ci tenga a lui, quanto ella non abbia intenzione di giudicarlo, di puntargli il dito contro... ma quanto voglia solo il suo bene, la sua felicità e per tanto sia preoccupata, che la ragazza possa portare conseguenze negative. partendo da un dato oggettivo (umanamente non è tanto normale farsi tagli e far leccare il sangue... suvvia).

    2. Nessuno gli può impedire di SENTIRSI LIBERA di dire una cosa che riguarda la casa ai genitori... anche se questi saranno tenuti a far finta di nulla per mantenere gli equilibri e salvare il salvabile.

    3. Provare a usare sale esorcizzato nella sua camera o in casa, fare uso di acqua, bevande o cibi, fatti benedire ed esorcizzare e vedere se potesse manifestarsi qualche sintomo di malessere (non è detto che questa amicizia o questo atteggiamento ostile sia risultato di una negatività spirituale, come non è detto che, se dovessero esserci questo genere di problemi, si debba per forza far riconoscere).

    4. Riguardante il punto 3 se veramente si tratta di famiglia praticante e osservante, potrebbe rivolgersi e confrontarsi o con l'esorcista della diocesi o con qualche altro sacerdote.

    Sac. Francesco Ferro, docente