00 12/28/2017 8:35 AM
Credo che Giuseppe avesse “paura” di addormentarsi. Sembra che i suoi sogni siano stati il “luogo” preferito in cui Dio gli chiede di fare sempre cose particolari. Questa volta deve fuggire da Erode e salvare la vita del piccolo Gesù e di sua madre. Che male può fare un bambino? Perché Erode lo teme? Perché ucciderlo? Quello che l’uomo non conosce, spesso lo elimina. Quando l’uomo crede di perdere le cose a cui è legato, arriva a compiere terribili crimini e vede il male – che è solo dentro di lui –, in chiunque, anche in un bambino. Questo episodio è chiamato “la strage degli innocenti”, e lo è veramente. Per eliminarne Uno, si uccidono tutti. Ma è di Gesù la colpa? È di Dio la colpa? Sicuramente No! Dio ha creato quei bambini con lo stesso amore con il quale ha creato Gesù, li ha fortemente voluti al punto da chiamarli all’esistenza. Dio non voleva la loro morte. Anche Erode come tutti noi era amato da Dio. L’amore ti dona la libertà, il libero arbitrio che ogni uno di noi usa per il bene o per il male. Erode ha scelto di fare molto male. Si è macchiato di due crimini orribili: il rifiuto di Dio e l’uccisione di bimbi innocenti. Una volta, parlando di questo brano del Vangelo una nonnina mi ha detto: “Ma dov’era Dio?”. Credo che la domanda più corretta sia: “Dove può arrivare l’uomo senza Dio?”. Erode ne è un esempio. È certo che quei bambini sono Santi di Dio. Prima ancora di parlare, con il loro sangue, hanno reso testimonianza al loro Creatore. Non sempre Gesù è voluto: Lui dà fastidio, lo si vuole uccidere. Il nostro compito? Prendi con te il Bambino e sua madre. Gli innocenti sono Gesù e sua Madre. Difendili!

PreghieraInnocente Signore, che spandi il tuo amore sui giusti e sugli ingiusti, grazie per il dono della libertà. Aiutami ad usarla rettamente. Mai io dimentichi che tu vivi in me ma anche negli altri uomini. Soccorri quelli che ingiustamente sono vittime dell’odio degli uomini, e fa’ che io non sia mai nel numero di quelli che odiano.