00 10/13/2017 8:43 AM
Non è il momento!

“Trovarono per la campagna un Egiziano e lo condussero a Davide. Gli diedero del pane, che egli mangiò, e dell'acqua da bere; e gli diedero un pezzo di schiacciata di fichi secchi e due grappoli d'uva passa...” (1 Samuele 30:11-12)

Davide e i suoi uomini erano alla ricerca degli Amalechiti, i quali, oltre ad aver bruciato il loro villaggio, avevano preso in ostaggio i propri familiari. Non c’era tempo da perdere!

Durante il viaggio, trovarono un egiziano ammalato e denutrito e, nonostante l’oggettiva urgenza, si fermarono per prendersi cura di lui. Vi erano tutte le buone ragioni per “soprassedere” alla circostanza e proseguire senza perdere del tempo prezioso.

Contro ogni aspettativa, questo gesto di compassione si rivelò determinante per liberare i propri familiari, infatti, non appena l’egiziano si riprese, fece da guida per condurre Davide nel posto dove si trovavano i sequestratori.

Davide ci offre un esempio!

Talvolta, quando un bisogno si presenta davanti a noi, decliniamo “l’invito”, perché noi stessi siamo “nell’urgenza” e non possiamo aiutare nessuno.

Sei scoraggiato e, invece, sei chiamato ad incoraggiare gli altri!
Sei debole e, invece, sei chiamato a fortificare gli altri!
Sei malato e, invece, sei chiamato a pregare per la guarigione degli altri!
Sei nel bisogno e, invece, se chiamato ad aiutare gli altri!

Forse, questo vale per te oggi; pur non avendo la forza di reggerti in piedi, devi sostenere chi ti sta accanto ed allora preghi dicendo: “Signore! Non è il momento! Oggi sono io ad essere nel bisogno e non posso aiutare gli altri!”

Perciò, se qualcuno ti ha chiesto aiuto ed è in difficoltà; non dire: “Non è il momento!”, ma fermati, prestagli soccorso e vedrai che il Signore, da questo tuo gesto, ne trarrà una benedizione per te e la tua casa!

Dunque: Fai del bene anche quando sei tu ad essere nel bisogno!

Pace e buona giornata!