Freeforumzone mobile

lo tzunami secondoi Padre LIvio

  • Posts
  • OFFLINE
    ulisseitaca
    2/13/2015 8:05 PM

    www.youtube.com/watch?v=6A1BawevSxQ
    aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa beeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee allllllllllllllooooooooooooooooooooooooraaaaaaaaaaa
  • OFFLINE
    Credente.
    2/13/2015 11:01 PM
    Spiega il tuo pensiero sull'argomento trattato da padre Livio
  • OFFLINE
    ulisseitaca
    2/13/2015 11:06 PM
    non si può dire che lo tzunami è stato un castigo voluto da Dio come ammonimento, che ci manda le catastrofi perchè ci convertiamo e così non periamo
  • OFFLINE
    ulisseitaca
    2/13/2015 11:13 PM
    www.youtube.com/watch?v=diC1ZhRyzB4
  • OFFLINE
    ulisseitaca
    2/14/2015 9:06 AM
    questa è la risposta di un mio amico, che condivido in toto



    Ciao,

    Mi dispiace, ma un dio che per dimostrarmi che mi devo pentire distrugge città, cancella villaggi, fa morire migliaia di persone, che oltretutto magari neanche lo conoscono, non è il mio dio.

    Un Dio che non si oppone alla tragica realtà di una natura non ancora totalmente redenta, così come non si oppone alla mia possibilità di rinnegarlo fino alla dannazione è il mio dio, che confida nella mia libertà, che mi aspetta anche sulla soglia della morte, che mi permette di sbagliare e di imparare, magari anche dalla sofferenza la sua misericordia, questo è il mio Dio.

    Il semplicismo di una interpretazione causa effetto, è pericoloso.

    Che i capelli del mio capo siano contati, non ha a mio modesto parere nulla a che fare con il controllo maniacale di Dio sulla mia vita, ma con il fatto che da ogni realtà, anche la più infima, posso imparare l’amore di Dio, anche dal fatto che i capelli mi cadono ma non mi cade il sorriso per la bontà di Dio ogni mattina, verso di me, anche quando sarò calvo.

    Ciao.

    D.
  • OFFLINE
    Credente.
    2/14/2015 9:35 AM
    In questa sezione è stato trattato in modo semplice ed articolato il problema del male.
    credenti.freeforumzone.leonardo.it/d/9108345/IL-PROBLEMA-DEL-MALE/discussi...

    Riporto un breve paragrafo tratto dal tema in questione.
    Paradossalmente in questo nostro mondo non sempre avviene ciò che Dio vuole ma spesso ciò che non vorrebbe, anche se noi credenti potremmo pensare che tutto è direttamente voluto e determinato da Dio. La prova più evidente di questo è che i Comandamenti, dati da Dio quale espressione del suo volere per il bene degli uomini, non sono quasi mai messi in pratica; e quindi ciò che accade in noi o intorno a noi è spesso il risultato non della compiacenza di Dio ma della Sua contristata sopportazione.

    Quando Gesù dice che non cade a terra un passero senza la volontà del Padre, intende dire che tutto accade per permissione di Dio, ma non che tutto gli è gradito. Dio è la causa prima di tutte le cose e non si potrebbe far nulla se Lui non avesse dato inizio alla creazione e non permettesse ciò che noi decidiamo liberamente di fare, ma non è direttamente responsabile delle cause seconde e cioè degli effetti conseguenti ai nostri continui errori, anche se li tollera o li permette in vista di motivazioni che cercheremo di individuare nella Scrittura.

    Quando diciamo: “Sia fatta la tua volontà” oltre a chiedere che tutto si svolga secondo i progetti di Dio, dovremmo anche intendere “sia fatta da noi la Tua volontà” oppure “sia fatta la tua volontà come rimedio ai nostri errori”.

    La libera volontà di Dio, per quanto possiamo dedurre, interagisce con la libera volontà dell’uomo e spesso è conseguente ad essa. Ad esempio Cristo non sarebbe stato costretto ad incarnarsi, a soffrire e morire se l’uomo non avesse deciso superbamente di diventare come Dio sostituendosi a Lui. Dio non avrebbe mandato il diluvio se gli uomini non fossero stati tanto malvagi. Prima di distruggere Sodoma e Gomorra, Dio avrebbe voluto che vi fosse almeno un manipolo di giusti per risparmiare tali città, ma non ne trovò che uno solo. Cambiò la sua volontà decisa di distruggere Ninive quando i suoi malvagi abitanti si pentirono, risparmiando la città. Così pure in tante manifestazioni della volontà divina, troviamo che il più delle volte Egli opera in modo da servirsi di taluni mali per riportare l’armonia nelle creature, analogamente a quanto fa per esempio un chirurgo che per ottenere la guarigione di un organo malato deve usare metodi e strumenti che fanno male durante l’uso ma sono finalizzati alla salute finale. Dio quindi, quando non ottiene che noi compiamo ciò che direttamente desidera e cioè la sua reale volontà, mette provvidenzialmente in atto la volontà di poter comunque trovare un rimedio, cercando di raddrizzare, restaurare o migliorare ciò che noi andiamo man mano distorcendo o distruggendo, analogamente a quanto fa un premuroso padre di famiglia che cerca di rimediare alle cadute e agli errori dei figli.

    Siccome non è estraneo ai nostri mali, né incapace di risolverli, Dio sa come trovare la soluzione agli errori, alle colpe e ai danni prodotti dall’uomo che non ha né desiderati né predeterminati Lui, altrimenti sarebbe andato contro se stesso, ma che essendo onnisciente sapeva in anticipo che si sarebbero concretizzati.

    Prima ancora che l’uomo decidesse di rovinare il meraviglioso disegno originario, Dio sapeva come avrebbe dovuto porvi rimedio (cf Gen.3,15). E allo stesso modo Dio sa già come rimediare ai mali provocati da ogni uomo, facendo in modo che non venga lesa la libertà umana che Egli stesso ha donato, che le leggi della natura trovino la loro attuazione, che non venga meno la Sua stessa libertà, che l’uomo non debba credere per forza alla Sua esistenza e non si debba piegare coercitivamente e immediatamente alla Sua volontà
  • OFFLINE
    ulisseitaca
    2/14/2015 9:50 AM
    il mio punto non era sulla libera volontà dell'uomo, ma come possano passare impunemente certe "dottrine", ripeto il signore lo ascoltano milioni di persone, dicendo che lo fa per redimerci?

    senza tenere conto della castroneria della canonizzazione