New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 | Next page
Facebook  

Pensieri dei CREDENTI

Last Update: 8/10/2020 8:59 AM
Author
Print | Email Notification    
12/14/2019 9:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

"Spezzerannole loro spade per farne aratri, trasformeranno le loro lance in falci. Una nazione non alzerà più la spada contro un’altra nazione, non impareranno più l’arte della guerra. "
(Isaia 2,4)
L’orizzonte planetario è attraversato da un movimento: da ogni angolo della terra si mettono in moto processioni di popoli che convergono verso un monte. Non è il più alto né il più famoso, eppure esso è come un faro di luce che irradia i suoi bagliori sulla distesa delle regioni e dei continenti. Quei flussi umani giungono ai piedi della montagna, ed ecco che dalla sua vetta, ove si leva un tempio, esce personificata la parola di Dio che va incontro all’umanità in ricerca.
Di fronte a questa presenza le genti che sono accorse lasciano cadere a terra spade e lance che hanno recato con sé per difendersi dagli altri popoli a loro estranei. Gli artigiani prendono quelle armi e le forgiano in aratri e falci, ossia in strumenti di sviluppo pacifico. Ormai si chiudono le scuole di guerra e si aprono centri di studio e di ricerca per il bene dell’umanità; le pianure non sono più campi di battaglia, ma terreni coltivati, agli armamenti sono subentrati gli armenti.
Abbiamo voluto “sceneggiare” una delle grandi pagine di quel Dante della poesia ebraica e vertice dei profeti d’Israele che è Isaia. È facile sciogliere il significato della parabola. Il suo è, infatti, un inno dedicato a Sion, la sede del tempio di Gerusalemme e della casa di Davide, quindi della presenza divina nello spazio, nella storia e nella Parola (la Tôrah, la Legge e la rivelazione del Signore).
La speranza di questa convergenza planetaria verso il vero Dio per l’edificazione di un
mondo di pace è collocata dal profeta «alla fine dei giorni» (2,2).
È, perciò, una meta sperata come fine ultimo della vicenda umana, ma già ora si deve cominciare a costruire questo ordine di serenità, di collaborazione, di sviluppo. E in prima fila dovrebbero essere proprio i fedeli. Esclama, infatti, Isaia nella conclusione del suo cantico-visione (1,1): «Casa di Giacobbe, venite, camminiamo nella luce del Signore» (2,5). Naturalmente questo affresco grandioso ha due connotati che meritano una sottolineatura particolare.
Da un lato, la pace-shalôm, che non è solo cessazione delle ostilità tra i popoli, ma anche
inaugurazione di una nuova era di armonia e di benessere, apre il sipario sul regno del Messia, un regno di giustizia e di pace, di difesa dei poveri e di fraternità. È ciò che Isaia dipingerà nelle due pagine stupende di 9,1-6 e 11,1-9, due testi da meditare, cari alla tradizione natalizia cristiana che li applica a Cristo e alla sua opera. Un forte messaggio di speranza nel futuro e di attesa fiduciosa.
D’altro lato, affiora qui quella linea universalista che serpeggerà in vari passi della letteratura profetica e sapienziale d’Israele e che avrà una sua celebrazione ultima nella visione neotestamentaria. A questo proposito vorremmo evocare solo un annuncio presente proprio nel libro di Isaia, ma appartenente a un autore posteriore che si è voluto mettere sotto il patronato del grande profeta di Giuda. Anche questo oracolo è collocato «in quel giorno», equivalente, in pratica, alla formula isaiana «alla fine dei giorni»: «In quel giorno Israele sarà il terzo con l’Egitto e l’Assiria [le due superpotenze d’allora], una benedizione in mezzo alla terra. Li benedirà il Signore degli eserciti così: Benedetto sia l’Egiziano mio popolo, l’Assiro opera delle mie mani e Israele mia eredità» (19,24-25).
OFFLINE
7/31/2020 2:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Col cervello è difficile accettare la follia di amore con cui Dio Padre è arrivato a far sacrificare il Figlio pur di redimerci. Col cuore, ci si può aprire ad un simile messaggio della Croce di Cristo, che appariva ed appare una stoltezza, ma era l'unica strada con cui la Sua infinita giustizia poteva conciliarsi con la Sua infinita misericordia.
OFFLINE
8/8/2020 9:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Vi saluto con questo mio pensiero.

Il Signore dell'universo si è talmente abbassato verso di noi per ritrovare noi creature
che ci eravamo persi cadendo in un baratro oscuro e intricato,
da calarsi egli stesso nell'abisso della nostra condizione
e permettere a noi di risalire la china tenendoci per mano.
Con Lui possiamo farcela.
La salita non è priva di ostacoli e di pericoli ma con Lui che conosce il cammino,
Lui che la stessa Via, possiamo arrivare fino in cima.
Preghiamo perchè non ci lasci mai neppure un istante
ed Egli non ci farà mancare il suo sostegno.

Aiutaci Signore: senza di Te, non possiamo far nulla, non siamo nulla.
Amen
OFFLINE
8/10/2020 8:59 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao carissimi
vi partecipo questo messaggio sperando di non aver scelto il posto sbagliato.

Il Creatore di tutto ciò che vediamo in noi e intorno a noi, compreso i pianeti, le stelle e le innumerevoli galassie, che vi sono nell'universo non possono essere il frutto di limitati personaggi alieni, che vengono richiamati a volte come autori di tutto questo.
Essi stessi, se esistono, sarebbero il frutto di un Creatore immensamente potente e al di fuori di tutto ciò che ha creato e che coordina in maniera ammirevole.
Perciò sono propenso a credere in un Essere che è al di sopra di tutte le cose che da Lui dipendono per quanto riguarda la loro esistenza e la loro sussistenza, anche se ci è impossibile vedere questo Magnifico Essere con i nostri occhi umani.

Grazie per i contenuti di questo angolo del web, icon cui mi sento in sintonia .
Un saluto a tutti
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Pensieri tratti dagli scritti di S.Agostino (17 posts, agg.: 1/22/2018 10:59 AM)
PENSIERI di grandi CREDENTI (115 posts, agg.: 5/27/2020 9:50 AM)
PENSIERI DI CHARLES DE FOCAULD (22 posts, agg.: 2/5/2013 6:39 AM)
Pensieri di Padre Pio (1 post, agg.: 1/21/2019 7:50 PM)
QUELLO CHE AVETE UDITO, VOI ANNUNCIATELO DAI TETTI (Mt 10,27)
LUNA ATTUALE
--Clicca sotto e ascolta >> RADIO MARIA<< =============

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Cerca in BIBBIA CEI
PER VERSETTO
(es. Mt 28,1-20):
PER PAROLA:

 
*****************************************
Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:41 AM. : Printable | Mobile - © 2000-2020 www.freeforumzone.com