New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

CAIFA PROFETIZZO’

Last Update: 5/14/2021 5:42 PM
Author
Print | Email Notification    
5/3/2021 11:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote


Questo sacerdote, trovatosi ad esperimentare lo stesso stato psicologico che ebbe Giuda, si è trovato nel tempo e nel lungo di decidere se collaborare o bloccare il Messia. La sua risoluzione di far morire Gesù, sembra che non sia proceduta da se stesso ma che una influenza esterna lo abbia spinto a tale decisone. Giovanni 11:51 Questo però non lo disse da se stesso, ma essendo sommo sacerdote profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione. La differenza tra lui e Giuda sta nel fatto che il primo è stato mosso dal potere e l’altro dal denaro, che raffigurano due fattori emotivi di corruzione umana, coincidenti coi mali più obbrobriosi contestati da Dio. Tuttavia, a nostro giudizio, sul contesto si possono trarre due ipotesi: una, sarebbe quella che la volontà malefica del sacerdote Caifa, come sembra che sia, è stata influenzata da satana, il quale, quest’ultimo ha accompagnato Gesù su ogni tratto del suo ministero e quel momento fu l’ora di agire, l’altra ipotesi, anch’essa reale, che sia stata permessa da Dio, essendo che tutto è sotto il suo controllo. Si considerano che i fatti e gli eventi seguissero il piano prestabilito da Dio, fin dal principio. In questo evento, allora, come deve essere considerato Caifa? Parte integrante del piano di Dio o come strumento del mandato di Dio a satana di organizzarsi per il martirio di Gesù, come avvenne ai tempi con Giobbe, quando Dio diede disposizioni concertate a satana? Questo, solo Dio lo sa. Il fatto sta che Caifa, nella sua ignoranza delle Scritture, abbia profetizzato la morte di Gesù, è da attribuirlo alla influenza di satana. La decisone del sacerdote, non fu basata sull’odio né tanto meno dalla invidia verso Gesù ma ebbe come motivazione, quella di agire per il bene della nazione, anche se possa facilmente intendersi come radice, altro fattore. Questo atto fece sorgere, non una giustificazione o un esimente di colpa per il sacerdote ma, certamente, la colpevolezza di essere caduto in errore sulla sana interpretazione dell’osservanza della Legge di Dio. Giovanni 11:49 …Voi non capite nulla. Se al sacerdote, di quanto dice il verso biblico, possa essere attribuita una scusante, grave colpa si evidenzia, invece, nel popolo che nella sua cecità, ha deriso e perfino sputato il Messia Gesù, figlio unigenito di Dio Padre. Questo peccato, così grave, porterà estreme conseguenze al mondo, già confermato da Gesù nel momento, in cui, percorreva la via dolorosa. Considerando i fatti, il sacerdote Caifa, ha profetizzato l’evento universale del sacrificio di Gesù, da un lato e l’apertura alla salvezza dell’uomo, dall’altro. Se ciò può essere considerato elemento del percorso del mistero di Gesù, anche il comportamento del popolo che decretò la morte del Messia, allora, deve essere considerato tale, per il fatto che Dio, dal principio, ha permesso che Adamo e Eva cadessero nel peccato per il fine di formare l’uomo incorruttibile, che avrebbe giudicato gli angeli. Da questo fine, non sappiamo dare alcuna spiegazione che offrire tutta la nostra fede a Dio Creatore e Salvatore dell’umanità. Caifa, pur, resta un personaggio necessario per la dimostrazione dell’avvento di Gesù e della potenza di Dio sulla terra. La sua profezia dimostra che egli è stato usato per profetare e deliberare l’esecuzione del Santo, mentre noi siamo stati gli esecutori della croce. Proprio sulla croce, Gesù, salvando il ladrone ha manifestato la piena volontà di salvare l’umanità, poiché, se Gesù è morto e vive, l’uomo, non può vivere e morire. La profezia del sacerdote di oggi deve proclamare la vita di quello che avrebbe dovuto pronunziare il sacerdote Caifa, essendo che, il dono della profezia continua e quello dell’amore persiste. La verità, la vita e la via di Gesù, saranno eternamente gloriosi in cielo e in terra, perché l’uomo, non dimentichi mai di essere stato salvato. Tutti saremo con Dio e Dio con tutti.
Pace e fede nel Signore


OFFLINE
5/14/2021 5:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Anche dietro ad una azione nefasta come quella di programmare la morte di uno solo affinchè un popolo intero non venga distrutto, vi può essere il permesso di Dio, che non impedisce che avvenga, in vista di un bene maggiore che si realizzarà anche per mezzo di quella persona o di quell'avvenimento.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
QUELLO CHE AVETE UDITO, VOI ANNUNCIATELO DAI TETTI (Mt 10,27)
*****************************************
Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:38 PM. : Printable | Mobile - © 2000-2021 www.freeforumzone.com