New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

sono nuovo

Last Update: 10/17/2019 4:54 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
10/8/2019 4:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

ho provato ad accedere a questo forum perché sono sempre stato interessanto al confronto con persone di diversa opinione o differenti caratterstiche personali

questo è il 3° forum in cui apparterrei alla categoria degli outsider: sono stato in un forum di musulmani e in un forum LGBT

in questo forum dovrei confrontarmi con credenti generici, ma ho già l'impressione che si tratti di un forum a forte impronta cattolica

spiegare le ragioni del mio interesse a confrontarmi con credenti mi obbligherebbe a dilungarmi molto

premetto però che ho già fatto molti tentativi su internet e con scarsi risultati, nel senso che la rete tende a calamitare persone motivate dal desiderio di polemizzare e raramente al confronto vero e costruttivo

io invece mi azzardo a dire che solo i credenti dalla fede più salda sono quelli capaci di dialogare più serenamente con i non credenti, chi polemizza molto tradisce invece insicurezze inconfessate e quindi una fede più vacillante

dico questo anche perché fin dall'infanzia mi sono posto domande inerenti la fede e la religione, e pur essendo giunto a una maturazione che mi ha condotto all'ateismo le religioni hanno continuato ad assere per me un interessante oggetto di studio.....
[Edited by Owl83 10/8/2019 4:16 AM]
OFFLINE
10/8/2019 4:37 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Owl, benvenuto.

avrai letto tra le presentazioni del nostro gruppo, che la finalità principale non è quella delle diatribe,
ma che tuttavia, se vi è un certo interesse al confronto e il reciproco rispetto, non vi sono preclusioni.

In questa ottica, tenuto conto dei principii generali che sono alla base di ogni dialogo, ognuno può dire la propria opinione.

A te la parola.
Con stima
OFFLINE
10/9/2019 11:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Forse è meglio se rissumo la mia vicenda personale.
Sono nato e cresciuto in un contesto familiare in cui le persone anziane erano più o meno religiose, mentre i miei genitori erano entrambi agnostici. Per convenzione quindi ho ricevuto la stessa formazione cattolica dei miei coetanei. Devo dire però che già da bambino gli insegnamenti religiosi mi lasciavano perplesso, perché implicavano la fede in fatti sovrannaturali e ciò strideva con le prediche degli adulti circa l'inconsistenza di tante altre fantasie infantili. Dunque fin da allora avevo manifestato queste mie perplessità ai miei genitori, ma il loro agnosticismo ha sempre impedito loro di darmi risposte soddisfacenti. Crescendo ho avuto modo di fare accenno anche ad altri adulti delle mie incertezze sulla religione. Nel caso in cui a rispondermi erano adulti religiosi le risposte che ricevevo erano ottimistiche e rassicuranti: alcuni di loro infatti ritenevano che i miei dubbi denotassero particolare sensibilità, il ché sarebbe stato un buon segno per la mia futura e piena adesione alla confessione cattolica. Un po' mi sono sentito rincuorato da questi incoraggiamenti ed ho accettato di continuare a ricevere la formazione cattolica e i sacramenti dei miei coetanei, che sembravano non porsi miei stessi problemi. In seguito ho compreso che la loro era generalmente indifferenza, ma all'inizio ero convinto che fosse un'accettazione passiva degli insegnamenti cattolici. Nell'adolescenza però mi sono reso conto che le mie incertezze non svanivano affatto e sono stato sul punto di rifiutare di ricevere la cresima, ma alla fine ho deciso di proseguire poiché temevo che così mi sarebbe stato precluso l'accesso al matrimonio. Ovviamente allora non avevo considerato l'alternativa del matrimonio civile, né che molte persone che non erano state cresimate avevano ugualmente ottenuto il permesso di sposarsi in chiesa (oggi il mio ateismo mi impone di rifiutare covintamente un matrimonio religioso). C'è stato un periodo in cui avevo maturato una visione dell'universo compatibile con l'idea di una mente superiore che lo gestisca; aspettavo solo di trovare la quadratura del cerchio con i canoni aggiuntivi della religione: magari un altro monoteismo se non quello cristiano-cattolico. Ma alla fine, con la maturità anche la mia visione teistica dell'universo si è prima trasformata in una visione panteistica e alla fine in una visione agnostica; che ha reso definitivamente impossibile qualunque appiglio fideistico nel dio della religione. Oggi mi definisco ateo in quanto privo di fede nel dio di qulunque religione e "ignostico" per quanto attiene alla mia visione dell'universo. Ciò nonostante ho sempre mantenuto una forte fascinazione per i modi di pensare differenti dal mio: da quelli di matrice politica a quelli religiosi. Quindi la religione ha continuato a reppresentare per me un interessante oggetto di studio, che mi ha anche indotto più volte a cercare il dialogo con i credenti, anche se con scarsissimi risultati.
[Edited by Owl83 10/10/2019 12:45 AM]
OFFLINE
10/10/2019 11:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Owl,
ho apprezzato la tua sincera narrazione delle scelte che hai man mano maturato durante la tua crescita-
Essere agnostici, non significa chiusura, ma anzi dovrebbe essere inteso piuttosto come apertura al trascendente,
sempre chè, ovviamente, si trovino quei motivi o fondamenti per potersi aprire e che tu chiami quadratura del cerchio.

Comprendo il tuo iter e penso che sia giusto ricercare le ragioni di una qualsiasi fede, se lo si dovesse abbracciare.

Anch'io, prima di ritenere fondata la fede cristiana, e più specificamente quella cattolica, mi sono posto tante domande.
A cui non subito ho trovato una risposta soddisfacente. Ma attraverso una serrata ricerca, le cui risultanze potresti trovarle anche nelle varie sezioni di questo gruppo, mi sono convinto della ragionevolezza di avere una fede, non tanto nell'uomo ma in Colui che ha creato l'uomo, ponendo ovviamente come premessa che dall'osservazione del creato si possa con la propria ragione, arrivare almeno a non escluderne l'esistenza, come nel tuo caso.

Partiamo da questa posizione, oppure desideri prima cercare meglio di capire se un Creatore possa davvero esistere? fammi sapere, quali domande ti sei poste a cui non trovi risposta, e cercherò di dirti se anch'io ho incontrato delle analoghe difficoltà.
OFFLINE
10/10/2019 10:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

io cerco sempre di mettermi nei panni di chi crede in qualcosa, essendo per natura un profondo scettico

nel caso di questo forum ovviamente cerco di mettermi nei panni di chi crede in un Dio

la mia visione dell'universo è "ignostica", nel senso che ho smesso di dare un senso anche alla domanda circa l'esistenza di un dio

a chi è credente ribadisco di essere "ateo", in quanto privo di fede; infatti ora so di non aver mai avuto fede nel dio della religione, dei monoteismi sarebbe meglio dire

posso dire poi che dai credenti ho sempre ricevuto giusizi e osservazioni di ogni genere dalle più negative (fino a insulti espliciti) alle più
positive

di certo c'è una cosa che reputo essere un importante metro di giudizio e consiste nella condanna che secondo un credente meriterei per il fatto di non credere, premesso che per alcuni credenti è già questa una colpa (quindi un grave peccato), per altri sembra di no

non credo neanche in un aldilà e quindi non mi preoccupo di quello che avviene dopo la morte (la depressione che mi affligge da anni non me la fa temere quanto prima e spesso arrivo a desiderarla), trovo però odioso che molti credenti continuino tutt'oggi a minacciare la dannazione pur di farsi ascoltare e del resto anche nella Bibbia, nel Vangelo e nel Corano sono presenti queste minacce che reputo inammissibili

[Edited by Owl83 10/10/2019 11:07 PM]
OFFLINE
10/11/2019 4:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Owl,
il mio personale punto di vista riguardo ai giudizi è che Gesù ha raccomandato di non guardare la pagliuzza nell'occhio altrui e di non condannare nessuno.
Possiamo certamente avere una convinzione su ciò che sia bene e ciò che non sia bene fare, ma non dovremmo
esprimere condanne sulle persone, perchè non sappiamo cosa quella persona sta attraversando interiormente o concretamente, o cosa lo ha portato a certe convinzioni attuali, che potrebbe anche cambiare nel tempo.

Perciò oltre a scambiare serenamente dei punti di vista, non penso che noi uomini possiamo attaccare altri uomini sulla base di ciò che uno crede o non crede. Possiamo semmai considerare le opinioni come condivisibili o meno, allegandone le ragioni.

Per cui finchè porteremo avanti questo dialogo cercherò solo di darti ragione di ciò che credo e perchè credo, e con il rispetto dovuto.

Se vuoi dimmi come mai ti interessa confrontarti con chi crede, considerato che hai scartato l'idea che esista Dio ed una esistenza dopo la vita terrena.
[Edited by Credente. 10/11/2019 4:05 PM]
OFFLINE
10/12/2019 3:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

diciamo che sono sempre stato estremamente curioso e d'interessi in vita mia ne ho accumulati una quantità impressionante

il desiderio di capire come pensano gli altri mi ha sempre pervaso, poiché mi sono sempre sentito diverso dagli altri: infatti fin dall'infanzia ho sempre avuto interessi particolari e problemi a socializzare che mi hanno isolato sempre dagli altri coetanei

l'isolamento sociale ha cominciato a pesarmi negli anni della maturita e mi ha trascinato in una profonda depressione

ho saputo solo con troppo ritardo (quando avevo 27 anni) che le mie stranezze erano dovute a una forma lieve di autismo: gli autistici che tutti riconoscono sono quelli più gravi, gli altri non di rado trascorrono tutta la vita senza nemmeno scoprirlo e magari sono indotti a credere dagli altri che le loro stranezze sono meri difetti caratteriali

---------------------

a parte questo volevo capire chi c'è qui oltre a noi, leggo solo il tuo nome negli altri post.....
[Edited by Owl83 10/12/2019 3:22 AM]
OFFLINE
10/15/2019 9:43 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ognuno, penso, porta dentro tante particolarità che ci rendono unici.
Ed ognuno ha tante ricchezze nascoste che non sempre purtroppo vengono valorizzate ed incanalate per poter servire alla edificazione della propria cerchia e di riflesso della società.
Perciò a volte nelle persone sensibili e che per qualche motivo non si vogliono imporre, tali risorse restano come compresse e mortificate a tal punto da generare una visione negativa del mondo, o di ritrosia nei confronti del mondo esterno.

Non so nel tuo caso cosa possa essere avvenuto che ti abbia generato la depressione o questo lieve autismo a cui accenni. Tuttavia il fatto che mantieni un interesse, tra i tanti altri, per confrontarti e capire meglio, è sicuramente un elemento da non trascurare e sfruttare per recuperare il positivo che vi è in te e intorno a te che forse non hai ancora trovato, e che potrebbe farti scoprire qualcosa di nuovo.

In questo spazio web vi sono tre persone che mi danno una mano sotto l'aspetto tecnico e di aggiornamento di alcune sezioni.
Però siccome non abbiamo molto tempo disponibile (ognuno ha famiglia e lavoro), gli altri generalmente non intervengono negli eventuali dialoghi, e lasciano a me di seguire qualche forum che viene aperto.
Molti leggono soltanto (come posso rilevare dai presenti in fondo alla videata ), ma pochi scrivono .
Non facciamocene un problema, chi vuole può intervenire quando lo ritiene opportuno.
Puoi proseguire il tuo argomento o proporre qualcuna delle cose che ti sta a cuore e su cui vorresti scambiare qualche opinione.

OFFLINE
10/17/2019 4:44 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

di cose da dire ne avrei ancora molte ma non so da dove riprendere il discorso.
Posso aggiungere che di segreti non ne ho e che quindi posso tranquillamente rispondere a qualsiasi domanda personale. Anche questo nella società attuale diventa un handicap, poiché gli altri vivono di mezze verità e di una maschera da esibire dinanzi agli altri. Chi non si uniforma a questa regola non scritta finisce col non integrarsi e a restare solo. E' strano da dire ma anche il mantenere segreti diviene un collante sociale....
[Edited by Owl83 10/17/2019 4:54 AM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
MI SARETE TESTIMONI (Atti 1,8)
LUNA ATTUALE
banner-credenti-forum

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Cerca in BIBBIA CEI
PER VERSETTO
(es. Mt 28,1-20):
PER PAROLA:

 
*****************************************
Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:51 AM. : Printable | Mobile - © 2000-2019 www.freeforumzone.com